Pubblicato il

Tutto pronto per i saldi

Tutto pronto per i saldi

Sconti in città a partire da sabato. L'incognita rappresentata dagli 80 euro di Renzi. Ascom e Codacons sperano in una ripresa  

CIVITAVECCHIA . Tutto pronto per i saldi estivi che partiranno sabato anche a Civitavecchia. Già da qualche giorno diversi negozi hanno approfittato dei pre saldi, giorni nei quali hanno anticipato qualche sconto sulla merce esposta per i clienti che hanno potuto almeno farsi un’idea di quello che saranno le prossime settimane. 
Montano le aspettative dei commercianti e le speranze dei consumatori a caccia di sconti e occasioni. L’incognita, e per alcuni versi l’auspicio di questa stagione riguarda gli 80 euro in busta paga di Matteo Renzi: riusciranno a migliorare le vendite? Molti civitavecchiesi confermano di averli utilizzati per pagare le tasse e le imposte in un periodo piuttosto critico come quello attuale. Altri invece hanno assicurato di essere ben disposti a spendere qualcosa, anzi di aver atteso proprio i saldi per tentare di fare l’affare. «Gli 80 euro possono sembrare pochi ma per una famiglia non lo sono – ha spiegato il presidente Ascom Vincenzo Palombo – non sono sufficienti per ora per far ripartire l’economia però. Il problema poi è che molti li hanno utilizzati per l’ingorgo di tasse di giugno, altri per coprire le spese necssarie. Se poi si valuta, nel complesso, la questione della detrazioni, allora questi 80 euro rischiano di diventare 15. Speriamo però che luglio segni un minimo di ripresa ed il fuoco di paglia iniziale dei saldi possa, almeno in parte, far rimettere in moto il settore». Purtroppo, secondo Palombo, non si avrà un segnale positivo anche quest’anno, con l’aumento delle tasse che ha provocato ancora restrizioni nelle tasche della famiglie.  
Il Codacons prevede che i saldi estivi 2014 andranno meglio rispetto agli scorsi anni, ma a fine periodo l’andamento delle vendite farà registrare ancora segno negativo, «considerato – ha spiegato la presidente cittadina dell’associazione Sabrina De Paolis – la piena recessione che investe ancora l’Italia. Su Civitavecchia, però, il dato potrebbe essere falsato in positivo sulla scia dell’importante flusso turistico caratteristico di questa stagione, con i crocieristi che sono stati ‘‘riscoperti’’ come risorsa proprio dai commercianti cittadini». Lo si vede infati dalla querelle tra corso Marconi e corso Centocelle con lo spostamento del capolinea da Varco Fortezza a largo della Pace. «Stiamo monitorando anche questa situazione – ha aggiunto De Paolis – a a giorni saremo in grado di fornire i primi dati dello studio ‘‘Porto amico’’, con delle sorprese anche per la città. Siamo a disposizione per una sana collaborazione».

ULTIME NEWS