Pubblicato il

‘‘Trasporto scolastico’’ la Galatour vince l’arbitrato contro la Trasporti e la Multiservizi Caerite

Cerveteri. Conclusa la vicenda sulla gestione del servizio

Cerveteri. Conclusa la vicenda sulla gestione del servizio

CERVETERI – Si è finalmente chiusa la vicenda che ha visto coinvolti la Galatour s.r.l., la Trasporti Caerite s. cons a r.l. e la Multiservizi Caerite S.p.A. sulla gestione del servizio del trasporto scolastico del Comune di Cerveteri. E’ dei giorni scorsi, infatti, la tanto attesa decisione del Collegio arbitrale chiamato a dirimere le numerose e reciproche contestazione insorte tra le parti sin dal 2008. Il Collegio arbitrale ha dato parzialmente ragione alla Galatour s.r.l. (non accogliendo tutte le richieste fatte da ques’ultima) ed ha rigettato completamente le domande formulate dalla Trasporti Caerite s.cons. a r.l.. Dichiarata altresì, da parte dei giudici, la contumacia della Multiservizi Caerite S.p.A. la quale, sebbene ritualmente evocata in giudizio, ha deciso di non costituirsi. Nel dettaglio, le decisioni assunte dal Collegio sono: riconoscimento a favore della Galatour del chilometraggio minimo dal 2008 al 2014 e dei relativi km effettuati in eccesso e in difetto rispetto allo stesso, con conseguente riconoscimento del diritto al pagamento delle relative somme. Riconosciuto, inoltre, a favore della Galatour il diritto al pagamento dei chilometri effettuati per la linea 17° (quale linea aggiuntiva rispetto alle 16 linee iniziali). I giudici hanno altresì determinato in via equitativa il costo/km (vero motivo della controversia) dal 2008 al 2014, arrivando a definire per quest’ultimo anno un prezzo ben superiore a quanto attualmente riconosciuto dalla Trasporti Caerite scarl.  Sempre il Collegio Arbitrale ha espressamente invitato tutte le parti coinvolte a rideterminare il loro rapporto giuridico; rideterminazione che, ovviamente, non potrà non tener conto di quanto deciso con il Lodo. Il Direttore Generale della Galatour, Giuliano Galati si è dichiarato parzialmente soddisfatto della decisione presa dal Collegio: “Finalmente è stata posta la parola fine a questa vicenda che anno dopo anno stava assumendo dimensioni sempre più incontrollabili e stava causando disagi alla cittadinanza».

ULTIME NEWS