Pubblicato il

Naufraghi soccorsi in mare a Ladispoli

LADISPOLI – Una motovedetta del reparto operativo aeronavale della guardia di finanza di Civitavecchia ha soccorso due naufraghi nelle acque antistanti Ladispoli. La loro imbarcazione era affondata a circa 20 miglia dalla costa. Il fatto è accaduto stanotte. L’equipaggio della vedetta V.902 della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Civitavecchia, nel corso di una crociera operativa in servizio di polizia marittima, economico e finanziaria, ha intercettato via radio una chiamata di soccorso riguardante due naufraghi superstiti per via dell’affondamento della imbarcazione sulla quale navigavano al largo delle coste di Ladispoli. I due erano infatti riusciti a mettersi in salvo sul tender di bordo. La vedetta della Guardia di Finanza si è diretta prontamente sul posto e avvistati i naufraghi li ha tratti in salvo. I due superstiti hanno dichiarato di trovarsi in navigazione a circa 20 miglia dalla costa, quando la loro imbarcazione, a seguito di un urto con un oggetto di origine sconosciuta, ha incominciato ad imbarcare acqua costringendoli ad abbandonarla ed a salire a bordo del tender. Il pronto intervento sul posto della motovedetta delle Fiamme Gialle insieme ad un’altra motovedetta della Capitaneria di Porto di Fiumicino, anch’essa giunta in soccorso, ha scongiurato il peggio, consentendo di trarre in salvo i malcapitati diportisti. L’attività di soccorso e assistenza in mare rientra tra i compiti operativi che il Reparto Operativo Aeronavale del Comando Regionale Lazio della Guardia di Finanza ha sempre garantito all’utenza in mare. La costante presenza del dispositivo aeronavale delle Fiamme Gialle nelle acque della costa laziale, ambita meta degli appassionati del diporto nautico, assicura  pertanto, la necessaria cornice di sicurezza in un’area geografica particolarmente frequentata. (a.r.)
 

ULTIME NEWS