Pubblicato il

Al Forte è l'ora del "Barbiere di Siviglia"

CIVITAVECCHIA – Un appuntamento atteso, quello di domani sera nella suggestiva cornice del Forte Michelangelo, con l’opera lirica.
Perché da anni, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia – quest’anno in campo con la sua società strumentale Mecenate srl – la città si è appassionata a questo genere, rispondendo sempre con grande interesse.
La sinergia tra l’ente di origine bancaria, il Comune e l’associazione “Europa Musica” si ripropone anche quest’anno. Alle 21 il sipario si alza su “Il barbiere di Siviglia” di Giocchino Rossini, ancora con un allestimento creato appositamente per Civitavecchia.
«Il nostro obiettivo, con il progetto “Cento città in musica” – ha spiegato il direttore dell’associazione Renzo Renzi – è quello di portare l’eccellenza in provincia. Dopo tante opere drammatiche, abbiamo deciso di lasciare spazio, quest’anno, ad un’opera buffa, che bene si coniuga con l’estate, divertente, in un allestimento ben studiato e con un cast eccezionale».
Domenico Balzani è Figaro, Ivanna Speranza è Rosina, Giorgio Carli è Don Bartolo, solo per citarne alcuni. L’orchestra sinfonica Europa Musica ed il coro Lirico Italiano accompagneranno la messinscena, per la regia di Gianmaria Romagnoli.
«Dietro c’è una grande lavoro di studio – ha aggiunto il costumista Andrea Sorrentino – c’è l’analisi dei personaggi abbinata ai colori, in un gioco interessante che fa riferimento anche ad opere pittoriche e caricature. Una magia visiva, oltre che musicale».
E anche quest’anno, soprattutto con l’amministrazione comunale da poco insediata, la Fondazione Ca.Ri.Civ. non si è tirata indietro. L’evento infatti rientra nell’ambito del ricco cartellone di ‘‘Musica estate’’, che ha già riscosso successo con il festival di musica etnica ospitato sempre all’interno del Forte Michelangelo. Anche in questo caso l’ingresso è libero, fino ad esaurimento posti.

ULTIME NEWS