Pubblicato il

Quintavalle: "Recuperiamo il tempo perso"

CIVITAVECCHIA – Lo sblocco di circa 600 milioni di euro da parte della Regione Lazio è letta come una boccata d’ossigeno anche per la Asl RmF. Lo ha confermato anche il direttore generale della Asl RmF Giuseppe Quintavalle che ha però spiegato come, rispetto ad altre regioni, il Lazio era in ritardo sulla concessione di questi finanziamenti che, di fatto, vanno a coprire tutta la terza fase dell’ex articolo 40 «che in molte regioni – ha spiegato – è stata quasi tutta spesa- Andiamo a recuperare, quindi, il tempo perduto. Per quanto riguarda i quantitativi occorre valutare due fattori: da un lato dobbiamo verificare quali interventi pregressi abbiamo, quali confermeremo, quali non sono più attuali, dall’altro occorre attendere i programmi operativi che usciranno a fine luglio per definire il quadro di tutta la nostra Asl. Presto avremo quindi il quadro delle cifre e delle strutture su cui intervenire». I finanziamenti, a larghe linee, serviranno per completari alcuni reparti del San Paolo, risolvere qualche criticità strutturale del pronto soccorso ampliando ad esempio qualche sala, intervire sul futuro poliambulatorio di Rignano Flaminio fermo da anni. «Un dato importante – ha aggiunto QUintavalle – è quello dell’aumento dei posti letto al San Paolo, all’Utic, alla rianimazione, alla chirurgia ed ortopedia, con i lavori di ostetricia avviati in somma urgenza, che dovranno terminare entro il 31 dicembre».

ULTIME NEWS