Pubblicato il

Allumiere, si cerca il nuovo segretario comunale

Le case in edilizia agevolata si faranno a Le Terre. A settembre avviso pubblico per assegnare l’edificio della castagna. Il sindaco nell’ultimo consiglio ha comunicato la volontà di Civitavecchia di sciogliere la convenzione. Fino al 17 ci sarà Regnani  

Le case in edilizia agevolata si faranno a Le Terre. A settembre avviso pubblico per assegnare l’edificio della castagna. Il sindaco nell’ultimo consiglio ha comunicato la volontà di Civitavecchia di sciogliere la convenzione. Fino al 17 ci sarà Regnani  

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – «L’ultimo consiglio comunale è stato proficuo e abbiamo deciso alcune cose molto importanti». Questo il commento del sindaco di Allumiere, Augusto Battilocchio. «In primis ho reso noto al consiglio che la nuova amministrazione comunale di Civitavecchia ha deciso di sciogliere con noi la convenzione attraverso la quale ci dividevamo il segretario comunale. Fino ad ora, infatti, avevamo il segretario Lucidi in comune che ci permetteva un risparmio economico, ora si dovrà provvedere a trovarne uno solo per noi. Anche con il vicino Comune di Tolfa non possiamo fare la convenzione perchè loro hanno una segretaria a metà con un altro Comune. Dal primo agosto, fra l’altro, andrà in pensione l’attuale segretario comunale Pietro Lucidi: da quel giorno al 17 agosto, quando cioè si scioglierà la convenzione con Civitavecchia, il vice segretario Angelo Regnani assumerà ad interim questo ruolo fino a che ne troveremo un altro». Battilocchio ha poi evidenziato che: «Una parte della minoranza è arrivata in ritardo e un’altra è dovuta andar via prima e non abbiamo potuto discutere di tutti i punti all’odg, ma abbiamo sistemato alcune questioni importante. Abbiamo individuato, infatti, l’area da dare all’Ater. In conferenza capigruppo e in commissione ho presentato la nuova idea, quella cioè di realizzare le case in edilizia agevolata in località Le Terre. Questa zona era stata uno dei nostri primi pensieri, ma non si poteva perchè era soggetta a dissesto idrogeologico, ora che abbiamo compiuto i lavori di risanamento idrogeologico (per i quali abbiamo avuto i complimenti dei tecnici regionali e europei) è possibile edificare le case ad edilizia agevolata. Questa era un’idea mia già nella precedente amministrazione, sono contento che piaccia anche al consigliere Sgamma. In consiglio sono stato io che ho espressamente spiegato che al posto dei 10-12 appartamenti se ne potranno realizzare 16/18. Abbiamo sitemato anche la questione dell’edificio della castagna: entro i primi di settembre finiranno i lavori dell’ultimo step e procederemo alla sua assegnazione con un avviso pubblico. Per ora il soggetto più adatto a gestire questo sito è la Cooperativa Il Castagneto».  

ULTIME NEWS