Pubblicato il

Mecozzi: "Abbiamo bevuto per 15 giorni acqua contaminata"

Condividi

CIVITAVECCHIA – “Leggo, con molta preoccupazione, che è stata firmata una ordinanza di non potabilità dell’acqua. Leggo anche che l’ordinanza segue ad un prelievo del 18 luglio. Dal 18 luglio ad oggi è passato mezzo mese. Per mezzo mese noi tutti abbiamo bevuto acqua contaminata da eserchia coli e colibatteri. Da escrementi, in pratica”. È il commento del consigliere comunale della lista Tidei Mirko Mecozzi all’ordinanza di non potabilità emessa dal vice sindaco Lucernoni. “Non ci vuole un veggente – ha aggiunto – per capire come la sonnolenza del periodo commissariale e l’immobilismo della giunta Cozzolino avrebbero portato problemi al servizio idrico. Suppongo che se io chiedessi, come sarebbe logico, quale è la fonte della contaminazione, nessuno di questa maggioranza saprebbe rispondermi. Ma la fonte della contaminazione va individuata e risanata, altrimenti saremo sempre con un’emergenza colibatteri. Se i cittadini bevono, a loro insaputa, colibatteri per 15 giorni, che senso ha che paghino per un servizio da terzo mondo? La città vuole risposte. Non sarà facendo finta di niente che si risolverà il problema dell’acqua a Civitavecchia. Vogliamo sapere qual’è la linea strategica da parte del sindaco, vogliamo sapere come viene gestito quotidianamente il servizio idrico. Mi pongo questi problemi non per distruggere, ma per correggere e costruire. Il mio obiettivo è quello di dare alla città una qualità dell’acqua degna di un paese civile. Io amo Civitavecchia”. 


Condividi

ULTIME NEWS