Pubblicato il

Il Governo dice sì alla Tirrenica

TARQUINIA. L’impegno al finanziamento contenuto nello ‘‘Sblocca Italia’’. Prima illustrazione del provvedimento nell’ultimo Cdm

TARQUINIA. L’impegno al finanziamento contenuto nello ‘‘Sblocca Italia’’. Prima illustrazione del provvedimento nell’ultimo Cdm

TARQUINIA – Il Governo dice sì al completamento dell’autostrada Livorno-Civitavecchia.
È l’impegno  contenuto nello ‘‘Sblocca Italia’’, il pacchetto di misure annunciate dal premier Renzi per far ripartire cantieri italiani per 43 miliardi di euro e che dovrebbe essere approvato entro la fine di agosto.
Un’iniezione di soldi freschi che inizia da alcune grandi opere fra le quali, appunto, il completamento autostradale, infrastruttura del valore complessivo di 2 miliardi di euro. In tutto, 27 Grandi opere da avviare.
Nel corso dell’ultimo Consiglio dei ministri c’è stata una prima illustrazione del provvedimento. Al momento, il Governo non ha approvato nessuna misura immediata: sicuro solo l’avvio di una consultazione pubblica, come già avvenuto per la riforma della Pa, che durerà un mese.
Un finanziamento atteso, quello per il completamento dell’autostrada Tirrenica,  considerata l’ipotesi di  blocco dei fondi.
Da capire a questo punto se i cantieri già aperti nel tratto laziale da Civitavecchia a Tarquinia, potranno così essere completati in tempi ragionevoli e se altri, nel tratto Tarquinia-Pescia Romana, potranno essere aperti lungo il tracciato previsto per la nuova autostrada. Per la soddisfazione di tutti quegli amministratori locali – di qualsiasi colore politico – che erano insorti di fronte all’ipotesi del blocco dei lavori.  Dal primo cittadino di Montalto Sergio Caci («La sospesione sarebbe un segnale negativo per tutto il Paese») a quello di Tarquinia Mauro Mazzola, che continua a reclamare investimenti sulla viabilità alternativa, fino al presidente della Provincia di Viterbo Marcello Meroi.
Nella Tuscia, tra l’altro, il destino della tirrenica viene visto come un traino fondamentale per il completamento della trasversale.
Questo per quanto riguarda il Lazio. In Toscana, invece, l’iniziale possibile sospensione dei fondi era stata accolta con giubilo dai tanti oppositori della tirrenica, ribattezzati ‘‘No Sat’’.

ULTIME NEWS