Pubblicato il

SeL: "Uno striscione contro la guerra a lungoporto Gramsci"

CIVITAVECCHIA – Ribadisce la propria contrarietà a tutte le guerre Sinistra, Ecologia e Libertà invitando l’amministrazione comunale e tutte le forze politiche democratiche e pacifiste, ad esporre uno striscione sul lungoporto Gramsci “al fine di mostrare – hanno spiegato – ai milioni di croceristi che transitano dal porto e ai civitavecchiesi tutti, la volontà antimilitarista e non violenta della città: un gesto piccolo rispetto al problema, ma concreto di sensibilizzazione”. “Noi, comuni cittadini – hanno spiegato dal partito locale – sentiamo tanta rabbia e un senso di impotenza per ciò che sta accadendo a Gaza: uomini, donne e bambini massacrati dalle bombe israeliane e i Governi, europei  e non, cosa fanno per impedire ciò? Assistono inermi al massacro? Viene da pensare dove siano finiti i sentimenti, non ci sono più le emozioni? Ci siamo abituati, siamo diventati insensibili? Eppure quelle che muoiono sono famiglie uguali alle nostre. Le coscienze di tutti devono risorgere. Urliamo a gran voce che quello che vediamo quotidianamente non è un film, ma atroce realtà. I cadaveri e l’ombra dell’orrore e della paura dimostrano il totale fallimento della parola, della mediazione, dell’incontro e dell’intelligenza. Anche noi, partiti di sinistra, siamo responsabili perché, a causa di quell’orrida realtà che fu l’Olocausto, difendiamo il popolo ebraico, al quale vogliamo bene, ma non a tutto: non a coloro che perpetuano il massacro perché pur avendolo essi stessi subito adesso lo rivolgono ai loro vicini di casa”.
 

ULTIME NEWS