Pubblicato il

«Contrada Montello, si costituisca un comitato»

Allumiere. È La proposta del consigliere vincenzo Sgamma per avviare una richiesta di risarcimento. La famiglia Dionori e coloro che hanno acquistato gli appartamenti sono ancora senza casa 

Allumiere. È La proposta del consigliere vincenzo Sgamma per avviare una richiesta di risarcimento. La famiglia Dionori e coloro che hanno acquistato gli appartamenti sono ancora senza casa 

ALLUMIERE – Si torna a parlare in collina della questione di Contrada Montello. Dopo l’apposizione dei sigilli e il blocco dei lavori del cantiere in paese sia la famiglia Dionori che le famiglie che hanno acquistato le case della palazzina che la Società Contrada Montello sta costruendo, sono tutti senza casa e costretti a spendere soldi in più in attesa di entrare nelle loro abitazioni. A tal proposito il consigliere comunale di opposizione e capogruppo di ‘‘Con voi per Allumiere’’, Vincenzo Sgamma, interviene preoccupato sposando la causa di queste famiglie esprimendo loro solidarietà e coglie l’occasione per lanciare loro una proposta: «Invito tutti coloro che hanno acquistato gli appartamenti dalla società Contrada Montello e che ancora non riescono a entrare nelle loro case a formare un Comitato ad hoc per cercare di ottenere un risarcimento». Vincenzo Sgamma poi coglie anche l’occasione per evidenziare che quest’ultimo problema è solo l’ultimo di una lunga serie. «Non è possibile andare più oltre – spiega il consigliere di minoranza – qui ci sono persone altamente danneggiate: da una parte c’è la famiglia Dionori che, dopo molti mesi, è ancora fuori casa e dall’altra ci sono invece gli acquirenti delle case di Contrada Montello che pur avendo speso i soldi si ritrovano senza nulla e impossibilitati a entrare nelle loro case: per tutti non si contano i danni economici. E’ veramente vergognoso. Se il nostro paese fosse amministrato in maniera diversa le cose sarebbero andate diversamente. I problemi non sono solo quelli attuali: per anni gli abitanti della località Contrada Montello hanno dovuto sopportare il passaggio dei mezzi pesanti che attraversavano questa piccola via sollevando polvere a raffica; non hanno potuto parcheggiare perché la strada era piena di mezzi; all’inizio della strada è stato abbattuto un muro e la strada versa ormai in condizioni pietose: dopo tutto questo al cantiere sono stati apposti i sigilli per numerose irregolarità che hanno causato l’inagibilità della dimora dei Dionori e i disagi alle famiglie che hanno acquistato le case. Ma in tutto questo l’Ufficio Tecnico dov’era?». (Rom. Mos.) 

ULTIME NEWS