Pubblicato il

Tutto pronto per il primo premio internazionale cinematografico

Al via dopodomani presso lo Sporting Club. S. Marinella Viva. Madrina la simpatica Gegia

Al via dopodomani presso lo Sporting Club. S. Marinella Viva. Madrina la simpatica Gegia

di GIAMPIERO BALDI

S. MARINELLA – Si aprirà dopodomani e si concluderà sabato, il 1° Premio Internazionale Cinematografico organizzato dall’associazione Culturale Santa Marinella Viva. L’evento, che si terrà presso lo Sporting Club, vedrà in concorso numerose opere, tutti cortometraggi, che verranno proiettati nei primi due giorni della manifestazione dove, una giuria, sceglierà i dodici che andranno in finale. Ospite d’onore l’attrice Denise Tantucci mentre la madrina della manifestazione sarà la simpatica Francesca Carmela Antonaci in arte Gegia. Sarà lei ad intrattenere gli ospiti nella serata finale. Abbiamo incontrato la show girl all’Hotel Pino al Mare a Santa Severa.
Nel corso degli anni sei stata conduttrice, cantante e attrice, da quale di queste esperienze professionali ti senti maggiormente rappresentata?
Da tutte.
Hai iniziato la tua carriera in televisione nel 1981 chi devi ringraziare?
Certamente Gianni Boncompagni che mi ha lanciato in Sotto le Stelle. Con lui ho fatto 13 puntate. Hai conosciuto la popolarità a livello nazionale proprio con Boncompagni. Pensavi di avere un successo simile?
Sicuramente no. Ho partecipato ad oltre 900 provini con tutti i più grandi attori dell’epoca. Ma alla fine sono riuscita a coronare il mio sogno e cioè quello di andare in televisione.
Negli anni ’80 hai recitato in numerosi film con attori come Lino Banfi, Gigi e Andrea, Enzo Cannavale e Bombolo. Con quali di loro sei rimasta in contatto?
Alcuni di loro non ci sono più, ma io sono rimasta in contatto con nessuno visto che poi abbiamo preso strade diverse. Ho fatto anche molto teatro con Massimo Ranieri, Fabrizio Frizzi, Irene Pivetti, Raimondo Vianello e Sandra Mondaini.
Nel 2010 sei diventata opinionista in alcune fiction e programmi di intrattenimento come giudichi quella esperienza?
Sicuramente positiva anche se poi sono stati i politici a rubarci il mestiere. Prima eravamo noi ad andare nelle trasmissioni a parlare dei fatti di vita comune, oggi sono loro a conquistarsi la scena nel piccolo schermo. E’ una vergogna. Se poi consideriamo che vanno in televisione anche chi commette reati e vengono trattati con i guanti bianchi, allora significa che non c’è più religione.
E’ la prima volta che vieni a Santa Marinella?
Assolutamente no. In passato ho recitato al castello con Plauto, sono stata invitata ai carri allegorici nel ‘96 e nel ’97 e qui ho tanti amici.
In mamma Dance tu citi il celebre brano di Beniamino Gigli “Mamma” cosa rappresenta per te?
Mamma Dance è nata per onorare le mamme. Le mamme di una volta erano particolarmente attaccate ai figli e li volevano sempre vicini. Mia madre è lo stesso, ogni qualvolta esco mi chiede sempre dove vado e chi incontro. Si Mamma Dance ha avuto fino a 15 mila cliccate in un giorno e la canzone è di Beniamino Gigli che è stato un frequentatore di santa Marinella.
Vuoi mandare un messaggio ai tuoi fans che ti aspettano allo Sporting in occasione del Premio Internazionale Cinematografico?
Venite tutti altrimenti su facebook non vi rispondo più, anzi vi dico le parolacce.

ULTIME NEWS