Pubblicato il

Sant'Antonio vince il 50° Palio delle Contrade e porta a casa il trofeo come miglior corteo

Allumiere. Alla Polveriera il trofeo come miglior gruppo di sbandieratori

Allumiere. Alla Polveriera il trofeo come miglior gruppo di sbandieratori

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – Il Sant’Antonio di patron Sante Superchi entra nella storia vincendo l’edizione del cinquantesimo. I biancorossi, grazie a tre super prestazioni del fantino Cheyenne (Francesco Piramidi) che ha fatto l’en plein tagliando sempre per primo il traguardo, hanno battuto le altre Contrade e si sono portati a casa il Cencio 2014. Grande festa biancorossa in piazza con tanto di fuochi d’artificio. Mentre loro festeggiavano gli altri lasciavano la piazza con visi mesti e tanta delusione.

Il sindaco Battilocchio e tutta l’amministrazione comunale hanno appena calato  il Cencio tra le mani dei vincitori.

Il Comune di Allumiere gongola per il numero di presenze record al 50° Palio delle Contrade che si è appena concluso e che è stato semplicemente perfetto.

Ad aggiudicarsi la vittoria per il miglior gruppo di sbandieratori è stata la Polveriera che rimane la padrona incontrastata della piazza. I giudici nel complimentarsi con i rossoblu e i coach Zannoni e Casu hanno anche evidenziato l’alto livello raggiunto dagli altri gruppi.

Per quanto riguarda il corteo storico la giuria ha decretato la vittoria della Contrada Sant’Antonio. Anche per questa gara va rilevato che tutte le Contrade hanno investito molto e hanno reso eccezionale il Corteo Storico. I figuranti di tutti i gruppi sono passati fra gli applausi scroscianti del pubblico numeroso.

Il sindaco Augusto Battilocchio e l’assessore Angelo Superchi hanno poi premiato l’artista Simona Sestili che ha realizzato il Cencio 2014 che è piaciuto veramente a tutti. La delegata alla Cultura Stefania Cammilletti che ha fatto da speaker dei primi due momenti del Palio si è complimentata a nome dell’amministrazione comunale con tutte le Contrade che hanno fatto un lavoro eccezionale.

Dopo essere proceduti alle estrazione delle batterie a sorteggio ad Allumiere ci si sta preparando per il momento clou: le tre gare della corsa dei somari. Presenti nel parterre delle autorità molti ospiti, nonchè rappresentanti dei vari Comuni del comprensorio; moltissimi i giornalisti presenti alla manifestazione.

Intanto ha preso la parola il bravissimo e competente Alessandro Mellini, veterinario ed esperto di manifestazioni equestri e sta presentando i somari e i fantini di tutte le Contrade; la Commissione ha già effettuato insieme ai presidenti delle Contrade tutte le aperture per la ”sgabbiata” e la pista.

E’ arrivato in piazza il Cencio 2014 trasportato sul carroccio e ora troneggia sul balcone del Comune pronto per essere calato fra le braccia dei contradaioli vincenti. Ormai l’adrenalina è ai massimi livelli e si sta per effettuare lo start della prima batteria.

Soddisfatti per la perfetta riuscita della manifestazione il sindaco Battilocchio, l’assessore Superchi e la presidente della Pro Loco, Tiziana Franceschini e il suo staff.

Imponente la task force messa in atto: carabinieri, protezione civile, guardia forestale e vigili urbani e con loro tanti volontari che stanno verificando che tutto vada per il meglio.

Ecco che sono squillate le chiarine: asini e fantini stanno prendendo posizione e..via! La prima batteria è partita: il primo a tagliare il traguardo è stato Cheyenne il fantino del Sant’Antonio (12 punti); dietro a lui Ghetto (10 punti); La Bianca (8 punti); Polveriera (6 punti); Nona (4 punti) e Burò (2).

Via con la seconda batteria.  Anche questa volta a tagliare per primo il traguardo è stato il Sant’Antonio che va 24 punti al comando della classifica; a seguire a pari merito Ghetto e Polveriera a 16 punti; a 12 punti in tandem Nona e La Bianca e, infine, il Burò.

E ora l’ultima e appassionante batteria: a contendere il Palio al Sant’Antonio solo Polveriera e Ghetto, ma è ancora Sant’Antonio: il mitico Cheyenne è il padrone della piazza e tutti si sono dovuti inchinare a lui.

 

ULTIME NEWS