Pubblicato il

Nunzi (Confcommercio): "Il mercato diventi una delle prime emergenze"

CIVITAVECCHIA – «I tempi della politica sono tragicamente diversi da quelli dell’impresa». Lo dichiara Tullio Nunzi in una lettera rivolta all’assessore Pantanelli, chiedendosi «come è possibile che un tessuto commerciale integrato come il mercato di piazza Regina Margherita, un vero centro commerciale naturale con uno storico legame con il territorio e il tessuto cittadino, un vero patrimonio culturale sociale ed economico possa essere ridotto in questo modo?». L’esponente della Confcommercio parla di un mercato diviso, lacerato e senza certezze che rischia il fallimento. «Molte proteste di questi giorni – dichiara Nunzi – nel passato viste come complotto, sono semplicemente dettate da un istinto di sopravvivenza .Dopo anni di incertezze persino sulla conoscenza del progetto, dopo anni di annunci di aperture mai rispettati, dopo una serie di promesse mai mantenute, imprese familiari che vivono del proprio lavoro, ovviamente giungono all’esasperazione». Ricorda quindi di aver lanciato in passato un’idea, quella riguardante la formazione di un comitato di pilotaggio, composto da operatori, organizzazioni di rappresentanza, residenti e amministrazione per verifiche in corso d’opera e per avviare un dialogo pubblico per prevenire conflitti, come quello avvenuto alcuni giorni fa riguardante gli stalli dell’ortofrutta. Tullio Nunzi propone una gestione futura di tipo consortile da parte degli operatori stessi, con politiche comuni, offerte promozionali, sportelli pubblici di servizio iniziative culturali ,all’interno dello stesso mercato. «Il mercato ed il suo completamento – conclude – diventino una delle prime emergenze di questa città, stante la sua rilevanza economica».

ULTIME NEWS