Pubblicato il

Stagione estiva 2014: bilancio oltremodo positivo a Ladispoli

LADISPOLI – Sta calando il sipario sulla stagione estiva 2014, tempo di bilanci per l’amministrazione comunale di Ladispoli. Federico Ascani, consigliere comunale delegato al Turismo e agli Spettacoli, ha tracciato un consuntivo di tutte le iniziative realizzate da giugno ad agosto, annunciando anche importanti innovazioni per il futuro. “Come amministrazione – afferma Ascani – sappiamo bene che a Ladispoli, come certamente anche in altre città, non è tutto rose e fiori. Non ci nascondiamo di certo dietro a qualche bella iniziativa stagionale. Però dalla creatività si può ripartire per risolvere molte cose. Quello che è stato fatto questa estate per quanto riguarda gli spettacoli e lo svago in generale credo che possa essere significativo per dimostrare che, anche con poche risorse, si possa fare tanto! È stato bello sentire la parola “Movida” associata alla nostra Città. È stato bello soprattutto ricevere i tanti complimenti da parte di colleghi e residenti di molti altri comuni della provincia, oltre che da coloro che provenivano da Roma o da località ancora più lontane. Molte più persone hanno passeggiato per le vie di Ladispoli e se ne sono appropriate di nuovo. Questo è importante non soltanto da un punto di vista turistico, che secondo me dovrebbe  spingere comunque ad avere più coraggio per invertire la rotta e investire il doppio anziché la metà su questo settore. È importante anche perché ha dato la possibilità a tanti residenti di uscire dalle loro case, passeggiare per le strade, incontrare amici o conoscere persone per rompere così quella routine della società moderna che ci vuole schiavi dell’individualismo e dell’egoismo. Questo è importante perché lo abbiamo fatto in condizioni meteorologiche disastrose e in un periodo di crisi economica che sembra non conoscere fine, quindi in un clima generale di difficile rapporto con i vari operatori coinvolti. Abbiamo cercato di mettere le attività produttive al centro della strategia dello svago evitando di proporre spettacoli fini a se stessi o circoscritti a un breve periodo, dando l’idea a tutti che venire a Ladispoli per passare anche solo una serata da delle garanzie: c’è sempre qualcosa da fare e da vedere per regalarsi un bel momento di spensieratezza in una località di mare con tante attrazioni di spettacoli e non solo. Credo che questa sia stata la giusta ricetta che ha fatto scegliere la nostra Città a tante famiglie e giovani. Quindi i punti di forza da confermare sono i grandi risultati raggiunti con pochi strumenti a disposizione. Infatti la cosa incredibile è che tutto ciò è stato realizzato con circa il 50% in meno dei soldi pubblici, avendo a disposizione sui capitoli dedicati all’organizzazione dell’estate cifre che non si avvicinano nemmeno lontanamente alle disponibilità delle legislature precedenti. Tanta gente che vive la Città e tante persone di altri comuni che la scelgono per passare il proprio tempo libero e che parlano di una Ladispoli da prendere come esempio sono la soddisfazione più grande. Come anche tanti imprenditori che scelgono di investire qui”.
Il consigliere Ascani ovviamente ha anche analizzato le situazioni da migliorare. “I punti di debolezza da aggiustare sono tanti ovviamente. In primis – prosegue Ascani – servirebbe un piano di marketing turistico condiviso da tutta la macchina amministrativa che leghi tutti gli assessorati e quindi tutti i settori dell’amministrazione allo sviluppo turistico della Città con un unico coordinamento. Aspettando questo sarebbe opportuno allargare sempre più l’offerta  delle attrazioni e della vivibilità sia da un punto di vista logistico che qualitativo. Tutte le attività imprenditoriali possono beneficiare dell’apertura dell’assessorato e proporre iniziative all’amministrazione. È chiaro che dovendoci appoggiare spesso alla disponibilità dei privati il nostro potere decisionale in parte diminuisce a beneficio di una collaborazione che possa permettere di proporre iniziative anche in un memento come questo. Resta comunque una linea chiara dell’assessorato che mi trovo a gestire: le stesse condizioni messe in campo per le zone di “WeCanDiNotte” ci sono per qualsiasi altra zona, purché ci sia un gruppo di imprenditori, commercianti e associazioni di categoria che volesse presentare proposte a costo zero per l’amministrazione comunale, in linea con le politiche turistiche della Città. Certamente ho molto apprezzato in questo senso le iniziative che hanno attivato alcuni imprenditori sulla scia di quello che era accaduto nella stagione 2013. Con l’occasione ringrazio tutto il gruppo di amministratori e in modo particolare Fabio Ciampa e Francesca Di Girolamo oltre che i volontari che si sono messi a disposizione della Città”.

ULTIME NEWS