Pubblicato il

Da Santa Marinella a Fiuggi: oggi presentazione del libro di Giorgio Bassani

 SANTA MARINELLA – Questa sera alle nel giardino dell’Hotel Excelsior di Fiuggi, in occasione del Festival Internazionale “Fiuggi Platea Europa”, si parlerà di Giorgio Bassani ed in particolare del suo libro “Il giardino dei Finzi Contini” che  scrisse in un albergo di Santa Marinella. A rappresentare la Perla del Tirreno sarà il professor Livio Spinelli, reduce dalla presentazione del suo ultimo libro “Il Sionismo in Italia e nella politica estera fascista”. Lo storico, torna di nuovo a Fiuggi su invito del professor Pino Pelloni Direttore della Biblioteca della Shoah per parlare di Giorgio Bassani e del suo capolavoro. Un itinerario della memoria in cui il prof. Spinelli ricostruisce la genesi del romanzo che il grande regista Vittorio De Sica trasformò in un film di successo internazionale presentato in anteprima mondiale a Gerusalemme. Illustrerà le ragioni dello scontro tra De Sica e Bassani tanto che lo scrittore fece ritirare il proprio nome dal film. Due giovanissime violiniste Alessandra Polce e Camilla Crisostomi accompagneranno la serata con brani musicali della colonna sonora del film, mentre le immagini del castello di Santa Severa e della Necropoli di Cerveteri che ispirarono Giorgio Bassani, faranno da sfondo. “Il Giardino dei Finzi Contini fu scritto in un albergo davanti casa mia – afferma il professor Spinelli – quando Giorgio Bassani risiedeva all’Hotel Le Najadi, uno dei luoghi della Dolce Vita. All’epoca ero un bambino e non immaginavo che fosse uno scrittore, sapevo che lavorava alla Rai e lo vedevo giocare a tennis allo Sporting Club con Mario Soldati e Ruggero Orlando. Ho conosciuto anche Jenny Bassani sorella dello scrittore, Valeria Sinigallia la moglie e i figli Paola ed Enrico. Ho fatto intitolare una strada a Giorgio Bassani e ho intervistato la professoressa Portia Prebys. Questo romanzo è stato tradotto in 40 lingue e il film fu presentato in anteprima a Gerusalemme. A Fiuggi percorrerò un itinerario della memoria sul filo dalle parole di Bassani”.

ULTIME NEWS