Pubblicato il

Forza Italia: "Perdite idriche, il buio oltre la siepe"

CIVITAVECCHIA – “Perdite idriche, il buio oltre la siepe”. Esordiscono così Giancarlo Frascarelli ed Emanuela Mari, esponenti di Forza Italia. “A seguito dei filmati e delle segnalazioni da parte di cittadini ed esponenti dell’opposizione – dichiarano Frascarelli e Mari – fra cui i sottoscritti chiamati in tutta la città a segnalare le varie emergenza, l’amministrazione comunale con grande lentezza ha eseguito sommariamente alcune riparazioni. Tuttavia, il disastro delle perdite idriche non è stato ancora del tutto risolto, come se per l’amministrazione Cozzolino bastasse gettare un po’ di fumo negli occhi dei cittadini, per poi dimenticarsi nuovamente del problema”.
“Come non notare infatti il “fiume” che sgorga da via Terme di Traiano – spiegano Mari e Frascarelli – che ha la sua “sorgente” nella rottura all’altezza del centro commerciale e che arriva fino alla zona Cappuccini ormai da più di un mese? Ci ha raccontato un residente della zona, che in una sola giornata è stato costretto a rientrare nella sua abitazione per ben due volte, dopo essere stato completamente “inzuppato” dalle auto che percorrono la via. C’è anche chi, fra i cittadini, cerca di utilizzare l’acqua delle condutture rotte, come un sub che a seguito dell’immersione, ha sciacquato la propria muta nella fonte di via Maratona”.
“Ma al di là dell’ironia – proseguono i due esponenti di Forza Italia – è mai possibile caro sindaco, che le decine e decine di segnalazioni di cadute con motorini, persone che si fradiciano a causa dello sfrecciare delle auto ed incidenti evitati per un pelo arrivino solo a noi, esponenti dell’opposizione e non giungano nelle stanze di palazzo del Pincio? Secondo lei è sufficiente ricordarsi di un problema solo quando magari si transita da quelle parti (ad esempio in via Terme di Traiano), e telefonare in fretta e furia agli operai comunali di sabato sera per far rimuovere il manto erboso che si è formato in strada e installare un lumicino all’altezza della perdita? Ci domandiamo, come possono gli amministratori comunali fare finta di niente? Rimanere così con le mani in mano, giustificandosi con un po’ di chiacchiere, scaricando la solita colpa su chi c’era prima, con poche idee e anche confuse? E’ possibile che vi muoviate solo a fronte delle “messe in scena” con bicchierini e quant’altro sui social network? Bisogni cittadini? Evidentemente sì, poiché per il resto, il vostro silenzio rimbomba nelle orecchie dei civitavecchiesi, diventando sempre più assordante”.

ULTIME NEWS