Pubblicato il

Palio rievocativo e Madonna delle Grazie: doppia festa ad Allumiere

Tanti eventi oggi organizzati da Comune, Pro Loco e Contrade

Tanti eventi oggi organizzati da Comune, Pro Loco e Contrade

ALLUMIERE – Grande emozione oggi ad Allumiere. Il comune collinare è doppiamente in festa: da una parte i festeggiamenti per la Madonna delle Grazie e dall’altra perché è il giorno del Palio Rievocativo della prima edizione, che si svolse l’11 settembre 1965. L’amministrazione comunale insieme alla Pro Loco e le Contrade hanno organizzato una serie di eventi imperdibili. La patrona di Allumiere, la Madonna delle Grazie, è da sempre amata e venerata sia dagli allumieraschi che dai residenti dei Comuni limitrofi. La statua della Madonna delle Grazie venerdì è eccezionalmente scesa dal santuario sul monte fino alla parrocchia in paese: la discesa della patrona avviene ogni 5 anni, quindi sarebbe dovuta scendere nel 2015, ma eccezionalmente (per la terza volta nella storia) “assisterà” al Palio e al termine ritornerà solennemente al santuario, per aspettare l’arrivo dei pellegrini di Tolfa, Santa Marinella, La Bianca, Monte Romano e Civitavecchia. Proprio perché trattasi di Palio Rievocativo, non verrà pedissequamente ripetuta la formula classica del Palio, ma ci saranno tante sostanziali differenze: il corteo storico, che partirà sempre alle ore 17, sarà composto da tutti i 50 Cenci ognuno scortato da una comparsa della Contrada che ha lo ha vinto. La piazza ricorderà molto quella del 1965, in quanto non ci saranno le tribune delle contrade e, soprattutto, la prima batteria sarà corsa dai vecchi fantini delle 6 Contrade e con partenza al “canape” (con la corda). Poi sarà corsa vera, disputata con formula delle 4 batterie (così si correvano i primi palii), con tanto di festeggiamenti nella contrada vincitrice di un Palio veramente straordinario in tutti i sensi. «Il 24 agosto, giorno del Palio abbiamo avuto un record di presenze ci auguriamo che anche oggi – spiegano il sindaco Battilocchio, l’assessore Superchi e la presidente della Pro Loco Franceschini – il pubblico sia numeroso. Per il nostro paese è una festa da ricordare invitiamo la gente degli altri Comuni per festeggiare con noi questo anniversario». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS