Pubblicato il

Picchiata e violentata per anni

Picchiata e violentata per anni

MONTALTO. Giovane 25enne romena vittima dei maltrattamenti da parte del marito. L’uomo, arrestato, la costringeva a rapporti sessuali dopo averla chiusa in casa. La donna è riuscita a lanciare l’allarme con un sms inviato ad un’amica. Sul posto i Carabinieri 

MONTALTO – Calci, pugni ed un rapporto sessuale consumato con la forza, dopo aver inchiavato bene la porta di casa. Ennesima storia di violenza dentro le mura domestiche. Stavolta scenario di tutto, un’abitazione di Montalto di Castro. I Carabinieri della locale stazione sono infatti  intervenuti insieme ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tuscania a seguito della richiesta di aiuto di una donna di origine romena di 25 anni. La stessa all’arrivo dei militari ha infatti denunciato di essere stata selvaggiamente picchiata dal marito, un connazionale di 32 anni il quale, a seguito del diniego di un rapporto sessuale, ha iniziato prima ad inveire contro di lei verbalmente e successivamente colpendola con calci e pugni. Avendo avuto la meglio, l’ha pure violentata costringendola con la forza ad atti sessuali contro la sua volontà. La vittima, braccata in casa, sarebbe riuscita ad inviare un sms all’amica che ha poi lanciato l’allarme su quanto stava accadendo. La donna all’arrivo dei militari del maresciallo Zampone  ha raccontato di subire da diversi anni questo trattamento e di essere stata spesso anche chiusa in casa come punizione ai dinieghi di rapporti col marito. La vittima è stata immediatamente soccorsa e fatta visitare dai sanitari dell’ospedale di Tarquinia che avrebbero confermato la patita violenza sessuale e riscontrato un trauma cranico e alcune contusioni in varie parti del corpo. Per l’uomo sono scattate le manette con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, sequestro di persona, violenza sessuale e atti persecutori. Lo stesso è stato poi tradotto presso la casa circondariale di Civitavecchia a disposizione dell’autorità giudiziaria competente. Per la donna inizierà ora una nuova vita con la speranza di dimenticare presto quanto subito. Sposati dal 2007, con due figli, i coniugi avrebbero sempre avuto una vita turbolenta legata anche a problemi psichici dell’uomo, che nel 2012 avrebbe tentato anche di togliersi la vita.  (a.r.)

ULTIME NEWS