Pubblicato il

«Funghi, occorre rispettare le regole ed avere un comportamento adeguato»

Le raccomandazioni del delegato all’Ambiente Luca Astorri

Le raccomandazioni del delegato all’Ambiente Luca Astorri

S. MARINELLA – Con l’avvicinarsi del mese di ottobre, che di fatto apre la stagione per la raccolta dei funghi epigei, le colline e i boschi saranno preda in lungo ed in largo dai cosiddetti fungaioli. «Rispettare le regole ed avere un comportamento adeguato nei confronti della natura significa continuare a raccogliere anche il prossimo anno lo stesso prodotto fungino, porcino, ovolo o cardarella che sia – dice il delegato all’ambiente Luca Astori – quindi rispettiamo i giorni previsti per la raccolta che sono quelli di martedì, venerdì, sabato e domenica, da un’ora prima dell’alba ad un’ora dopo il tramonto. Portiamo con noi un contenitore rigido ed areato e non la solita busta di plastica che è vietata. Raccogliamo il fungo integro, ad esclusione della famiglia dei Pleurotus, Cardarellla, Ferlengo ed Orecchione, i tre fratelli presenti sul nostro territorio, che vanno tagliati e copriamo il micelio con terra e foglie per mantenerlo al riparo dal vento e dal freddo. Non danneggiamo i funghi non commestibili e quelli per l’uomo velenosi, anche loro hanno un ruolo importante nella decomposizione organica del substrato e nella simbiosi con le piante. Non lasciamo in giro rifiuti che potrebbero compromettere l’habitat». Per il rinnovo del permesso di raccolta basta eseguire un conto corrente postale n°37717345 di 25,82 euro, intestato all’amministrazione provinciale di Roma con la causale  “permesso raccolta funghi stagione 2014 -2015”. (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS