Pubblicato il

Rocchi e Montaldo denunciano l’accensione dei fuochi in loc. Alibrandi

SANTA MARINELLA - ‘‘Un’altra città è possibile’’ attacca sindaco e Prociv per immobilismo

SANTA MARINELLA - ‘‘Un’altra città è possibile’’ attacca sindaco e Prociv per immobilismo

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA –  Il consigliere comunale e il coordinatore della lista civica Un’Altra Città è Possibile Paola Rocchi e Paolo Montaldo, intervengono in merito alla questione relativa all’accensione dei fuochi in località Alibrandi, che creano enormi problemi agli abitanti del quartiere a nord della città in quanto il fumo che sprigionano invade il rione e rende l’aria irrespirabile. “Se ne parla da giorni, anche sui social network e finalmente anche la stampa ha posto gli interrogativi giusti – dicono Rocchi e Montaldo – perché nessuno interviene per i fuochi accesi nei pressi del rione alibrandi? A suo modo il fuoco è cristallino. Si alza fumo bianco se sono sterpaglie, si alza fumo nero se sono plastiche e altri materiali, l’odore è acre e particolarmente fastidioso, si respira diossina e veleni. Poiché gli abitanti di Alibrandi descrivono questa situazione insostenibile e poiché le segnalazioni si ripetono, non riusciamo a capire come il sindaco non intervenga, ordinando sopralluoghi e azioni decise. Vorremmo capire anche il ruolo della Protezione Civile a cui dovrebbe spettare anche la prevenzione. Del resto la questione è più ampia e anche su questo fronte il sindaco e la sua maggioranza dimostrano un immobilismo allarmante. La verità è che i cittadini di Santa Marinella si sentono di abitare in un territorio dove non esiste controllo capillare sulla sicurezza. Dai furti di notte e di giorno alle strade dissestate, dai divieti di sosta incontrollati ai rifiuti abbandonati, dall’occupazione del suolo pubblico alle opere pubbliche mai terminate. Sembra che non ci siano verifiche adeguate alla tutela della collettività. Che sia un problema di carenza di personale o di organizzazione delle forze e degli uffici? Se così è si dovrebbe provvedere a mettere in mano la macchina amministrativa ad una persona competente”.

ULTIME NEWS