Pubblicato il

"Acqua, tardivo l'intervento di Hcs"

"Acqua, tardivo l'intervento di Hcs"

L'amministrazione comunale scarica la colpa sulla holding: "Subito attivati per limitare i disagi". Intanto in diversi quartieri rubinetti a secco per due giorni

CIVITAVECCHIA – “Il prolungato disservizio idrico che ha interessato maggiormente, in questi giorni, gli utenti di San Liborio e di Cisterna Faro è stato determinato esclusivamente da problemi, probabilmente di ordine organizzativi da parte di Hcs/Civitavecchia Infrastrutture”. Lo ha chiarito l’amministrazione comunale. “Infatti l’importante perdita a Campo Piombino, di cui le società erano già a conoscenza da venerdì 5 settembre, è stata riparata solo in data mercoledì 10 – hanno sottolineato dal Pincio – l’Amministrazione, preventivamente monitorato giornalmente il recapito idrico di Civitavecchia di Poggio Capriolo, di via Montanucci e di San Liborio, già dalla prima mattinata del giorno 10, giorno dell’intervento di riparazione, ha immediatamente messo in campo tutte le provvidenze tecniche/amministrative per fronteggiare i disagi all’utenza, sia per quanto riguarda l’informazione attraverso gli organi di stampa, televisivi e telematici, sia attraverso la programmazione del servizio autobotti, manovre di rete e controlli serbatoi”.
 Ma non basta. A causa del fermo di una elettropompa, in località Grotte di Castro, avvenuto nella nottata di oggi, l’Acquedotto consortile del Medio Tirreno ha ridotto drasticamente le produzioni idropotabili (quasi zero), presso il recapito di Civitavecchia – Impianto Filtri Aurelia. “Anche in questa circostanza, grazie al tempestivo intervento dell’Amministrazione, sensibile a tali problematiche, attraverso manovre di recupero e la programmazione del servizio autobotti – hanno voluto precisare dal Pincio – il disagio alle utenze ubicate zona nord della città è stato immediatamente fronteggiato”.
 

ULTIME NEWS