Pubblicato il

"Mercato, basta con le deroghe"

"Mercato, basta con le deroghe"

Il sindaco Cozzolino promette una repentina accelerazione di passo, almeno per ortofrutta e San Lorenzo

CIVITAVECCHIA – “Si avvererà finalmente tra pochi giorni il tanto atteso ritorno del mercato nella sua sede storica, almeno per l’ortofrutta ed il San Lorenzo”. Ne è convinto il sindaco Antonio Cozzolino che ha spiegato come le operazioni inizieranno con il disegno dei nuovi stalli e proseguiranno con lo smontaggio della struttura del San Lorenzo “provvisorio”. “In seguito, nel più breve tempo possibile – ha chiarito – verrà riportato il mercato ortofrutticolo alla sua originaria collocazione. Lo spostamento, che ha avuto una spiacevole battuta d’arresto due settimane fa, è stato ampiamente preannunciato agli operatori per dar loro modo di organizzarsi. Da tempo, infatti, agli occupanti del San Lorenzo “provvisorio” è stato chiesto di ricollocarsi nella nuova struttura, ma tale disposizione non è stata purtroppo rispettata da una minoranza degli operatori. Durante la prima metà di agosto si è quindi provveduto a notificare un nuovo avviso a chi ancora non si era spostato, concedendo una ulteriore e definitiva proroga dei termini di 20 giorni per completare le operazioni. Tale termine ad oggi è ampiamente scaduto e non saranno concesse ulteriori deroghe”. Dunque pochi giorni e l’amministrazione trasferirà definitivamente gli operatori rimasti sulla trincea ferroviaria. “Lo spostamento, oltre a permettere di restituire dignità al mercato di Civitavecchia – ha aggiunto il Sindaco – consentirà anche di ripristinare la legalità ed il rispetto delle norme igieniche, che è nostro compito garantire alla cittadinanza ed in particolar modo a tutti quegli operatori che hanno sofferto la presenza di un’area di cantiere dalla durata interminabile. Siamo convinti di trovare nei mercatali piena collaborazione, già ampiamente dimostrata fino ad oggi e necessaria a rendere questo spostamento rapido ed a minimizzare i disagi per operatori ed utenti. Ci auguriamo che anche gli ambienti della politica siano animati da questa volontà di collaborazione, nell’interesse esclusivo della città, e che anziché strumentalizzare questa delicata situazione, concorrano a vivere in un clima sereno il giorno di festa nel quale i cittadini si vedono finalmente restituito il mercato”.
 

ULTIME NEWS