Pubblicato il

«Il programma di riqualificazione fa acqua da tutte le parti»

Santa Marinella. il segretario del Pd Aldo Carletti parla di inerzia della giunta Bacheca. Nel mirino le opere incompiute e i mancati interventi per il decoro urbano

Santa Marinella. il segretario del Pd Aldo Carletti parla di inerzia della giunta Bacheca. Nel mirino le opere incompiute e i mancati interventi per il decoro urbano

S. MARINELLA – Il segretario cittadino del Pd Aldo Carletti si dice sorpreso dell’annuncio fatto dalla giunta Bacheca sulla riqualificazione dell’area ex fungo che a breve sarà occupata da una nuova piazza comunale. Il politico non contesta l’opera ma le parole del sindaco che affermava che la piazza era da considerare la ciliegina sulla torta di un programma di riqualificazione e decoro della città. «Ma a quale programma si riferisce il Sindaco? – si domanda Carletti – vorremmo ricordare alla nostra amministrazione che le poche opere messe in cantiere e purtroppo non ancora terminate, facevano parte di un insieme di progetti sicuramente non prodotti dall’attuale maggioranza. Di fatto il progetto del sottopasso di via Rucellai viene da molto lontano e comprende anche la riqualificazione delle aree limitrofe ancora da ultimare come pure l’allargamento di via delle Colonie divenuto uno scandalo infinito così come Lungomare Marconi con la completa messa in sicurezza di Largo Costici. Per non parlare poi della biblioteca o dei parchi pubblici divenuti appezzamenti quasi privati». «Ma il Sindaco transita abitualmente per le vie della sua città? – si chiede il segretario – ha mai dovuto fare la gimkana con la macchina tra i sacchetti dell’immondizia? Ha mai buttato un occhio su come sono ridotte le nostre strade? E’ mai transitato in via delle Colonie nel tratto che va dal Cantinone alla scuola media? Lunedì sono iniziate le scuole e mi domando se sono pronte per accogliere i nostri figli. Siamo sicuri che al prossimo acquazzone la scuola Centro non si allagherà di nuovo? Inoltre abbiamo più volte denunciato l’inerzia dell’amministrazione sul problema punteruolo rosso, segnalazioni cadute nel vuoto. Avevamo anche suggerito di eliminare alla radice i fusti delle palme ormai morte per l’aspetto spettrale che danno un senso di abbandono del territorio e per una seria prevenzione ai fini della sicurezza. Le palme situate lungo via Aurelia e nei parchi potevano essere un pericolo sia per i veicoli che per i cittadini. Purtroppo ieri l’altro una palma morta situata nel territorio delle Ferrovie dello Stato è caduta presso il parcheggio, il fusto ha danneggiato seriamente una macchina parcheggiata. Non vogliamo pensare che cosa sarebbe successo se nel momento dell’accadimento vi fossero state persone a bordo». «Signor Sindaco – conclude Carletti – il decoro si misura anche da queste cose».

ULTIME NEWS