Pubblicato il

"Il consigliere regionale Porrello e gli amministratori di M5S di Civitavecchia dilettanti allo sbaraglio"

Il sindaco Mazzola: «Per avere i documenti occorre richiederli. Non è colpa di Tarquinia se Civitavecchia non ha ancora realizzato un dearsenificatore per Borgata Aurelia»

Il sindaco Mazzola: «Per avere i documenti occorre richiederli. Non è colpa di Tarquinia se Civitavecchia non ha ancora realizzato un dearsenificatore per Borgata Aurelia»

CIVITAVECCHIA – «Consigliere regionale Devid Porrello: per avere i documenti dal Comune di Tarquinia occorre richiederli e per non bloccare la pratica alla Regione Lazio serve prima inviare la documentazione completa. A oggi il Comune di Civitavecchia non ha presentato nessuna richiesta, come da normativa e procedura vigenti, all’ufficio urbanistica di Tarquinia. Un funzionario del Comune di Civitavecchia ha solo inviato l’11 e il 18 settembre due email, peraltro all’ufficio sbagliato, per avere una serie di documenti urbanistici già consegnati allo stesso Comune di Civitavecchia, senza richiedere l’unico indispensabile: il CDU (certificato di destinazione urbanistica)». Lo afferma il sindaco Mauro Mazzola, rispondendo al consigliere regionale di M5S sul problema dell’arsenico a Borgata Aurelia, frazione di Civitavecchia. «Mi sembrano dei dilettanti allo sbaraglio. – prosegue il primo cittadino – Non sanno neanche affrontare le normali procedure amministrative. Ho dato solo la disponibilità a ospitare il dearsenificatore. Sono pronto a un’assemblea pubblica con il sindaco Antonio Cozzolino e il suo assessore ai lavori pubblici, i quali, non avendo ancora risolto il problema, tentano con un loro consigliere regionale di addossare la colpa al Comune di Tarquinia. Io più volte, anche mettendo a disposizione il mio caposettore, ho ribadito che sono pronto a collaborare. Servono però umiltà e capacità. Posso solo dire con orgoglio che a Tarquinia il dearsenificatore è attivo da oltre un anno e funziona al meglio, mentre i residenti di Borgata Aurelia ancora lo aspettano. Infine, invece di andare allo sbaraglio, invito il consigliere regionale Porrello a studiare di più e a documentarsi, perché è bocciato su tutti i fronti. E non provi a infangare ancora il Comune di Tarquinia, perché sono pronto a tutelarlo nelle sedi opportune».
 

ULTIME NEWS