Pubblicato il

Manutenzioni all'ospedale, 5 lavoratori a casa

CIVITAVECCHIA – La Filcams Cgil torna a denunciare problemi legati alle mancate assunzioni di 5 lavoratori che dal primo agosto sono a casa senza lavoro, ma che il loro stesso lavoro lo sta facendo qualcun altro. Si tratta di 5 lavoratori che operano per il servizio di manutenzione in appalto per tutto il distretto della Asl RmF ormai da più di 8 anni, coprendo da soli circa 50 presidi per tutto il distretto.
“Siamo veramente arrivati al limite della vergogna – ha tuonato il segretario della Filcams Cgil di Civitavecchia Marco Feuli – questi lavoratori che hanno ogni sacrosanto diritto alla riassunzione sia per legge che per contratto, vengono messi alla porta dalla Ati (associazione temporanea di imprese) aggiudicataria dell’appalto tra cui figura anche la Manutencoop aggiudicataria di tutto l’appalto dei servizi di pulimento ed ausiliariato Asl RmF assieme altre aziende leader nel settore della manutenzione e dei servizi. Queste aziende sostengono che i lavoratori sono troppi, e che non hanno il diritto ad essere assunti, nulla di più falso!,  basta solo pensare che oggi al posto di questi lavoratori ce ne sono altri che eseguono il loro stesso lavoro. Abbiamo già attivato tutte le procedure al livello legale, compresa la richiesta di convocazione alla direzione territoriale del lavoro, ma non ci fermeremo assolutamente qui – ha aggiunto Feuli – non possiamo tollerare minimamente tali beceri soprusi, agiremo con forme di lotta utili a denunciare una tale prepotenza, abbiamo già richiesto la solidarietà dei lavoratori dell’appalto dei servizi degli ospedali di Civitavecchia e Bracciano, la chiederemo anche ai lavoratori del servizio mensa dell’ospedale, in un territorio come il nostro già martoriato da una alta percentuale di disoccupati non possiamo assolutamente permetterci tali assurdità”.
 

ULTIME NEWS