Pubblicato il

Pascucci: "Cerveteri è la capitale della cultura etrusca"

Per la prima volta esposta al museo la Sfinge alata rubata a maggio

Per la prima volta esposta al museo la Sfinge alata rubata a maggio

CERVETERI – “La capitale della cultura etrusca  è Cerveteri, e stiamo lavorando e lavoreremo affinché sempre più turisti vengano a visitarla”. E’ con queste parole che il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci ha esordito oggi nella giornata di inaugurazione della Nuova sezione espositiva del Museo nazionale cerite ‘Il principe delle sfingi. Etruria e Macedonia, grandi dinastie’. Durante la conferenza è stata esposta per la prima volta al pubblico pubblico la scultura in pietra della Sfinge alata, appena sottratta al mercato clandestino delle opere d’arte. Trafugata nella notte tra il 14 e il 15 maggio scorso dal Museo di Cerveteri, la Sfinge alata etrusca figurava tra le opere d’arte più importanti da ricercare, inserita anche nella banca dati dei Beni Culturali rubati. In adesione all’iniziativa ‘Le Giornate Europee del Patrimonio’, oggi il Museo Nazionale Cerite e la Necropoli della Banditaccia saranno visitabili con biglietto d’ingresso al costo di 1 euro. Dalle ore 20 a mezzanotte, inoltre, il Museo resterà aperto in via straordinaria con visite guidate gratuite ogni 30 minuti. Arricchirà l’iniziativa la musica del quartetto di clarinetti ‘Tosca’. Oltre al sindaco erano presenti anche la Soprintendente per l’Etruria Meridionale Alfonsina Russo Tagliente, la direttrice del Museo Nazionale Cerite Rita Cosentino e l’assessore allo Sviluppo Sostenibile del Territorio Lorenzo Croci.

ULTIME NEWS