Pubblicato il

Da Sel critiche per lo sforamento di ozono ad Allumiere

Il gruppo collinare evidenzia che questa sostanza in percentuali massicce è tossica e provoca disturbi seri. «Come mai non è stata avvisata la popolazione e non sono state prese misure cautelative?»

Il gruppo collinare evidenzia che questa sostanza in percentuali massicce è tossica e provoca disturbi seri. «Come mai non è stata avvisata la popolazione e non sono state prese misure cautelative?»

ALLUMIERE – Dopo la pubblicazione dei dati sull’inquinamento rilevati dalle centraline di monitoraggio e pubblicati nel report annuale dove si evidenzia lo sforamento dell’ozono ad Allumiere, interviene il gruppo collinare di Sel. «Da sempre nutriamo dei dubbi riguardo il Consorzio dei Comuni per l’osservatorio ambientale e oggi davanti al silenzio del Comune di Allumiere ci chiediamo – scrivono da Sel – come è possibile che nel periodo che riguarda gli sforamenti oltre i limiti non è stata avvisata la popolazione e non sono state prese delle misure cautelari almeno per le fasce di abitanti più sensibili a queste condizioni? Il Comune di Allumiere viene informato puntualmente riguardo le percentuali di inquinamento? Non abbiamo risposte e la cosa ci allarma; l’ozono non lo abbiamo per ‘‘disgrazia ricevuta’’, ma con la presenza delle centrali termoelettriche, del porto e di un traffico selvaggio a Civitavecchia. Va ricordato agli amministratori e avvisata la popolazione che l’ozono in percentuali eccessive è un elemento tossico che provoca diversi disturbi. Anni fa denunciammo la possibilità che le somme in denaro ricevute dalle amministrazioni comunali del comprensorio avrebbero potuto produrre un silenzio assordante dei sindaci a discapito della salute dei cittadini e dell’ambiente e questa è la conferma».

ULTIME NEWS