Pubblicato il

«Parco dei Tulipani in totale abbandono»

Interrogazione dell’opposizione nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Bacheca: «Solo lentezze burocratiche, non certo inefficienza»

Interrogazione dell’opposizione nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Bacheca: «Solo lentezze burocratiche, non certo inefficienza»

S. MARINELLA – Una delle interrogazioni trattate nell’ultimo consiglio comunale riguardava la situazione di trascuratezza in cui vive il Parco di via dei Tulipani e i rumori causati dalla pista di skate. Lo spazio verde, secondo le minoranze, dopo essere stato ristrutturato nel 2013 e costato quasi trecento mila euro, tutt’ora non è gestito da associazioni. «All’interno del parco – scrivono le opposizioni – c’è una pista di skate che doveva diventare il punto di attrazione dei giovani che praticano questo sport. Durante l’inaugurazione del parco, il sindaco Bacheca aveva promesso di realizzare in un’ala del polmone verde un dog park e cioè uno spazio per i cani. Ad un anno di distanza – concludono le minoranze – il parco è in totale abbandono, la pista si è rivelata un fallimento visto che sono state presentate diverse denunce dai residenti che abitano in quella zona per i rumori insopportabili che crea. Perché non sono stati ascoltati quei cittadini? – si domandano i consiglieri di opposizione – perché la pista non è stata rimossa? Perché l’amministrazione non ha accolto la proposta dei residenti che chiedevano di gestire loro il parco?. A rispondere a tutte queste domande è il sindaco Roberto Bacheca che afferma che «non corrisponde al vero che i firmatari della petizione non sono stati sentiti dal sottoscritto. Li ho ricevuti personalmente nel mio ufficio più volte e mi sono recato con loro nel parco per verificare le problematiche legate all’ubicazione della pista di skate. Ho dato mandato alla responsabile dell’ufficio lavori pubblici architetto Craba di effettuare delle verifiche sulla futura posizione dove impiantare la pista». «Chiaramente, non possono essere i cittadini a spostare di loro iniziativa il complesso di skateboard – continua il sindaco – ma dovranno farlo gli addetti di certificheranno la messa in sicurezza e la funzionalità tramite il collaudo. Siamo intenzionati ad affidare l’area verde tramite un bando di gestione così come avvenuto per gli altri parchi, i motivi del ritardo della gara sono dovuti a lentezze burocratiche e non certo a inefficienza degli uffici comunali – conclude Bacheca – nel frattempo stiamo provvedendo alla pulizia attraverso la Multiservizi». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS