Pubblicato il

«La spesa corrente aumenta e noi ci rimettiamo»

«La spesa corrente aumenta e noi ci rimettiamo»

TARQUINIA. L’opposizione di centrodestra tuona contro il bilancio approvato in consiglio comunale dalla sola maggioranza del sindaco Mazzola. «Zero risultati: né posti di lavoro né eventi estivi. Differenziata al 45%. Politiche ambientali nulle. Autostrada un disastro»

TARQUINIA – Tanta propaganda e poca sostanza nelle parole del sindaco Mazzola durante l’approvazione in consiglio comunale della manovra di bilancio del comune di Tarquinia, che ha visto l’opposizione contraria al provvedimento. «Mazzola è un sindaco che usa la propaganda per auto elogiarsi come solo nel ventennio succedeva – tuonano gli esponenti del centrodestra – Peccato che l’uomo che si autoproclama come nuovo salvatore della patria è la stessa persona che qualche giorno fa è finito, insieme alla sua amministrazione, nella black list di Cottarelli, nominato responsabile alla spending review da un Governo Pd; ed è lo stesso che in 7 anni di amministrazione ha contribuito con le sue scelte a far passare la spesa corrente da14.621993 euro del 2007 ai 23.033755 del 2014». «Da notare bene – insistono dal centrodestra – che in tutti gli anni del suo magnificente regno la spesa corrente è sempre cresciuta. Quali siano le fonti usate per sbandierare la bassa media di imposizione fiscale dei cittadini tarquiniesi resteranno, come sempre, un mistero. Forse nel suo metodo matematico Mazzola pensa che il totale  non conti e che tagliare un capitolo per incrementarne un altro significhi risparmiare».
«Ovviamente – incalza l’opposizione – nessuno vedrà mai i tanto decantati tagli, perché non ci sono. D’altronde è inutile spiegare a Mazzola, e vi garantiamo che ci abbiamo provato, che se la spesa corrente sale, sono i cittadini a doversene fare carico ancora di più nel caso di una diminuzione delle entrate dello stato. Sono loro e noi che con le imposte e le tasse dobbiamo far quadrare il bilancio». «Zero i risultati ottenuti da questa maggioranza – commentano gli esponenti di centrodestra -. Nessuno dei tanto decantati 5mila posti di lavoro, sbandierati durante la campagna elettorale, sono stati creati. Programmazione degli eventi turistici estivi inesistente. Differenziata al 45,2% a fronte di un investimento di 3690984 annuo. Politiche ambientali nulle: non è stata mai convocata una commissione. Probabilmente la tematica è troppo teorica per interessare il grande Mazzola, forse nascosto all’ombra della centrale a carbone. La commissione ambiente, infatti, più volte richiesta non è  mai stata convocata. Mai avvenuta, quindi, la discussione sul nuovo piano dei rifiuti per quanto riguarda la raccolta differenziata, la cui impostazione attualmente  risulta essere sbagliata: in un anno infatti c’è stato un incremento solo dello 0,20% (passando dal 45,2% al 45,4%) quando invece l’obiettivo era raggiungere il 65%. Siamo ancora lontanissimi. I costi lievitano sempre di più e quindi  va studiata una strategia per cercare di migliorare il servizio. La maggioranza del sindaco Mazzola è quindi bocciata anche su questo». «Per non parlare – aggiungono dall’opposizione – delle opere faraoniche che hanno creato esborsi enormi per le casse comunali, senza mai essere state portate a termine, vedi il teatro comunale. E per non dire dell’autostrada. Il sindaco dice che l’opposizione deve essere propositiva, ebbene noi il 16 dicembre abbiamo proposto un consiglio comunale sul tema ed ancora siamo in attesa della convocazione. Perciò la democrazia non abita nel Comune di Tarquinia. Rilanciamo quindi la nostra proposta: e cioè che questo tratto realizzato venga trasformato in adeguamento dell’Aurelia, dato che il Governo nel decreto ‘’Sblocca Italia’’ non ha previsto il finanziamento per il completamento dell’opera e l’autostrada quindi finirà. Con l’adeguamento si potrà fare lo svincolo all’altezza della Farnesiana e andare così incontro alle esigenze dei residenti e degli operatori commerciali della località».
«Complimenti dalla tua opposizione, caro sindaco – concludono dal centrodestra – La cittadinanza attende con ansia il tuo prossimo comunicato con il quale proclamare la conquista del lontano West. Tutti resteremo affascinati dal tuo nuovo comunicato. Però in quel momento i cittadini ti chiederanno di mostrare loro le foto realizzate durante la conquista. E allora saranno dolori». (a.r.)

ULTIME NEWS