Pubblicato il

DIFFERENZIATA. Più telecamere contro chi sgarra

S. MARINELLA – C’è ancora chi continua a non seguire con correttezza le norme che regolano la raccolta differenziata. Neanche le sanzioni emesse dalla Polizia municipale sono state utili a far cambiare idea ai villeggianti che ancora oggi frequentano la Perla del Tirreno e la frazione di S. Severa nei weekend. Il lunedì, in particolare, è facile ammirare lungo le strade cittadine e della località costiera, migliaia di buste di plastica dove fanno bella mostra rifiuti di ogni genere. Plastica, carta, vetro, tutti in un unico cassonetto quello degli indifferenziati che costa alle casse comunali centinaia di migliaia di euro per il conferimento in discarica. Una pratica questa che non va solo a danno di coloro che la differenziata la fanno, ma anche agli stessi autori del mancato rispetto della raccolta dei materiali che, costringendo il Comune a versare in discarica un maggior quantitativo di rifiuti, a fine anno devono sborsare più soldi all’impresa e quindi costringere gli amministratori ad aumentare il balzello considerato che il costo del servizio è a carico dei cittadini. «Noi abbiamo elevato centinaia di multe in particolare a S. Severa – confessa il delegato alla differenziata Maggi – ultime ad un residente che ha riempito i due cassonetti per la plastica e il vetro con un carico di mattonelle, sotto lo sguardo di una telecamera che era posizionata sulla zona. Abbiamo quindi deciso di potenziare la videosorveglianza».

ULTIME NEWS