Pubblicato il

Cozzolino: "Mai presa in considerazione l'idea di privatizzare l'acqua"

CIVITAVECCHIA – “Non è intenzione di questa amministrazione procedere alla privatizzazione dell’acqua e chi afferma ciò non conosce la nostra storia, le nostre battaglie, le nostre convinzioni e la nostra coerenza”. Lo ha ribadito il sindaco Antonio Cozzolino.
“Innanzitutto mi preme precisare che gli emendamenti ieri in consiglio comunale sono stati dichiarati inammissibili dal presidente del consiglio comunale Alessandra Riccetti e dal segretario generale Caterina Cordella non per un mero cavillo burocratico – ha spiegato – ma perchè il parere del collegio dei revisori sarebbe stato fondamentale per una corretta verifica della copertura economica degli atti. Se la tanto autodecantata competenza fosse stata reale magari i politici di opposizione avrebbero potuto conoscere il Tuel ed i relativi aggiornamenti onde non arrivare impreparati”.
Il Sindaco entra poi nel merito della questione: “Lo abbiamo detto già più volte e lo ripetiamo ancora: non toccheremo le tasche dei cittadini. Andremo a colpire solo le grandi aziende dal grosso fatturato – ha aggiunto – che non potranno quindi esimersi dal pagare quanto dovuto. L’ipotesi che verrà privatizzata l’acqua è assurda, non è mai stata contemplata e non è nei nostri piani nè attuali nè futuri. Ricordiamo infatti che il canone riguarda le reti e non l’acqua, allo stesso modo di luce, telefono, gas. Il fatto che questo canone sia stabilito non crea alcun legame con la privatizzazione dell’acqua, che, ripetiamo ancora una volta, non è assolutamente nei nostri programmi”.
 

ULTIME NEWS