Pubblicato il

"Un'urgenza non più rinviabile"

"Un'urgenza non più rinviabile"

EMERGENZA ABITATIVA. L’Ater si mette a disposizione per ovviare al problema in tempi rapidi. Nuove costruzioni e progetti condivisi con il Pincio sono gli obiettivi primari dell’azienda

CIVITAVECCHIA – Investire e realizzare nuove case al fine di poter soddisfare il maggior numero possibile di persone è la nostra principale preoccupazione, così come totale è la nostra disponibilità, ribadita più volte, a considerare qualsiasi soluzione il Comune vorrà proporci per ovviare all’emergenza in tempi rapidi».
Alla luce delle numerose situazioni di emergenza abitativa che stanno interessando la città, con il presidio fisso sotto Palazzo del Pincio ormai da una settimana anche per sensibilizzare l’opinione pubblica ed avere risposte certe dalla amministrazione comunale, è l’Ater ad intervenire, mettendosi pienamente a disposizione del Comune.
«Abbiamo avviato già da tempo con il Comune – hanno spiegato dagli uffici di via Don Milani – ogni tipo di colloquio utile ad affrontare ogni problematica».
A seguito delle riunioni intercorse a partire dalla fine di agosto tra il sindaco Antonio Cozzolino ed il commissario dell’Ater Antonio Passarelli, sono state discusse le questioni relative ai piani di zona «che potrebbero risultare idonei – hanno aggiunto dall’Ater – alla realizzazione di nuovi alloggi, le valutazioni tecniche del caso ed il potenziale economico che l’azienda ritiene di poter investire per fronteggiare il problema».
E l’Ater parla di una urgenza non più rinviabile, quella relativa all’emergenza abitativa. 
«Tanto che Ater – hanno sottolineato – è pronta ad assumersi in pieno ogni responsabilità, nella convinzione che al contempo anche  il Comune farà la sua parte. Proprio il perpetuarsi da svariati anni dell’emergenza casa ci induce a stabilire una collaborazione il più possibile proficua con l’amministrazione, nel solo interesse di quanti, ormai da anni, sono in attesa di vedersi assegnare un alloggio».

ULTIME NEWS