Pubblicato il

D'Ambrosio: "Il rispetto della legalità non è un optional"

CIVITAVECCHIA – “Il rispetto della legalità non è un optional e se vogliamo cambiare modo di concepire Civitavecchia dobbiamo tutti metterci in testa che la legge è uguale per tutti e soprattutto è imprescindibile”. Il capogruppo del M5S Elena D’Ambrosio torna sulla vicenda relativa all’ultimo consiglio comunale e all’impossibilità, per l’opposizione, di presentare emendamenti. “In merito ad alcuni attacchi di alcuni esponenti del Partito Democratico – ha spiegato D’Ambrosio – voglio replicare con fermezza: se i loro emendamenti sono stati dichiarati inammissibili non è per un mero cavillo burocratico ma perchè il parere del collegio dei revisori è fondamentale per gli atti che vanno a cambiare in un modo o nell’altro i possibili equilibri economici del Comune. Pensare che i revisori possano dare in quattro e quattr’otto in maniera approssimativa un parere su questioni che riguardano cifre non di certo irrisorie, fa capire quanto nel Pd la politica in passato si sia basata sull’approssimazione e sulla mancata conoscenza delle norme, anche perchè la commissione bilancio c’era stata diversi giorni prima e quindi hanno avuto tutto il tempo di analizzare la situazione nel dettaglio. Se al ballottaggio hanno perso con uno scarto di 8mila voti è perchè la cittadinanza è stanca di questo modo di concepire l’amministrazione della cosa pubblica: i consiglieri di opposizione che oggi ci attaccano imparino dai propri errori e magari si mettano a studiare le norme che regolamentano l’operato del consiglio. Le loro mancanze non possono essere attribuite all’attuale maggioranza”.

ULTIME NEWS