Pubblicato il

Civitavecchia al centro del piano della Mobilità

Civitavecchia al centro del piano della Mobilità

Il porto fulcro del Lazio. Ok alla zona franca e all’ampliamento della darsena grandi masse. Consegnato questa mattina un nuovo Vivalto operativo sulla linea Fl5

CIVITAVECCHIA – C’è Civitavecchia al centro dello studio del Piano regionale della mobilità, dei trasporti e della logistica illustrato dal presidenTE della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Efficienza e sostenibilità ambientale, maggiore integrazione ed intermodalità: questi alcuni degli obiettivi sottolineato dal numero uno della Pisana, che ha posto l’accento sul sistema logistico e l’intermodalità delle merci. «La visione – ha spiegato – è di un sistema logistico che valorizzi le potenzialità del porto di Civitavecchia, dell’aeroporto di Fiumicino e della rete ferroviaria con le sue penetrazioni nell’area urbana centrale di Roma. Le aree ferroviarie urbane sono strategiche ed il trasporto stradale va intercettato a Civitavecchia e Orte, lontano dall’area congestionata e inquinata di Roma». E sempre lo scalo di Civitavecchia è al centro del sistema portuale e marittimo. «Sistema – ha aggiunto – integrato con le infrastrutture stradali e ferroviarie, in grado di assicurare elevati standard di servizi di mobilità. Nell’ottica di valorizzare e incrementare l’attività marittima del Lazio è stato approvato l’ampliamento della darsena “grandi masse” per i container del porto di Civitavecchia. L’Autorità portuale e Regione Lazio stanno completando le procedure per creare una zona franca nel retroporto di Civitavecchia, mentre con l’associazione degli imprenditori è stato aperto un tavolo di concertazione, anche per la creazione di aree destinate a insediamenti di attività produttive e commerciali legati alla zona franca, utilizzando spazi già destinati ad aree di sviluppo industriale. Questi nuovi ambiti territoriali saranno legati al demanio portuale da un corridoio ferroviario già esistente, senza interferire con il traffico dei pendolari. È stato inoltre approvato il progetto per l’ampliamento del Porto di Gaeta, funzionale al sistema turistico locale, al sistema della nautica e ai distretti industriali delle provincia di Latina, Frosinone (con Cassino) e Caserta con collegamenti diretti nel sistema delle autostrade del mare. Il porto di Fiumicino confermerà il ruolo per i prodotti petroliferi, per la cantieristica e la marineria». Al termine della presentazione del Piano regionale della Mobilità si è svolta la cerimonia di consegna da parte di Trenitalia del decimo treno dei 26 Vivalto che la Regione Lazio mette al servizio della mobilità regionale. Si tratta del sesto Vivalto consegnato dal mese di luglio 2013 ed il convoglio sarà operativo sulle linee FL5 Civitavecchia-Roma e FL6 Cassino-Roma. «Sono previsti – hanno spiegato dalla regione Lazio – 64 milioni di euro di nuovi fondi UE per l’acquisto di nuovi treni per il trasporto regionale. L’obiettivo è di arrivare, in piena collaborazione con Trenitalia, al rinnovo dell’intero parco rotabile del Lazio. La rete ferroviaria dovrà fornire capacità adeguata per gestire gli attesi incrementi di traffico passeggeri e merci; la crescita del traffico ferroviario sarà incentivata e l’integrazione dei servizi dovrà essere garantita a livello regionale e metropolitano». 

ULTIME NEWS