Pubblicato il

Pd-M5S: prove tecniche di dialogo

CIVITAVECCHIA – Prove tecniche di dialogo tra Movimento 5 Stelle e Pd. Il tema però è sbagliato. Se venissero fatte sul cibo o sul calcio, niente da obiettare, ma come si può tentare l’impossibile sul benessere delle persone? Hanno scelto la vicenda dell’arrivo di immigrati alla De Carolis per cercare una sintesi: da un lato Marietta Tidei (Pd) che sostiene il dovere della città ad accogliere gli extracomunitari in una caserma distrutta e da ricostruire con soldi pubblici, dall’altro l’amministrazione grillina che deve necessariamente tenere buoni i cittadini e convincerli di quanto sarà azzeccata la decisione (imposta ancora una volta dall’altro) di accettare gli immigrati. Una città con le toppe al sedere non può permetterselo. Consiglieri comunali e parlamentari, la scorsa volta hanno solo partecipato a visite guidate: sarebbe bastato introdursi in maniera un po’ più sostenuta per rendersi conto di una situazione drammatica tra quelle mura. Risse, furti, epidemie e molto altro ancora.  In queste foto, scattate di nascosto, emerge chiaramente una condizione di inadeguatezza. Ora il sindaco Cozzolino, che chiede rassicurazioni a destra e a manca, dovrà dire chiaramente quale sentore lo spinge ad affermare che questa volta sarà diverso. Su Facebook la polemica si è scatenata e gli amministratori ad ascoltare la gente proprio non ci vanno. Riportiamo le dichiarazioni di alcuni residenti della zona: «Il Sindaco può organizzare un’opposizione dura, come i suoi compagni di partito fanno in tutte le sedi dal parlamento alla T.A.V. Vorremo anche ricordare al sindaco che i migranti dalla caserma De Carolis non se ne sono mai andati e può trovarli li in qualsiasi momento. E pensare che l’avevamo votato con la speranza che stesse dalla parte dei civitavecchiesi. Non ci venga a raccontare che questa volta sarà tutto diverso perché non ci crediamo».

ULTIME NEWS