Pubblicato il

EUROPA-REGIONI. Progetto Ice: i siti di Tarquinia e Cerveteri verso la valorizzazione

EUROPA-REGIONI. Progetto Ice: i siti di Tarquinia e Cerveteri verso la valorizzazione

EUROPA-REGIONI. Progetto Ice: i siti di Tarquinia e Cerveteri verso la valorizzazione

Un progetto europeo dedicato alla nascita di imprese creative ha messo le radici nel Lazio: ICE, una ‘buona pratica’ pronta ad essere replicata in altri Paesi Ue. «E’ un modello da esportare in Europa», ha detto Lidia Ravera, assessore alla Cultura della Regione Lazio, a Bruxelles in occasione della presentazione nell’ambito degli Open Days. Lo scopo di Ice è quello di «far nascere da una buona idea un’impresa creativa, farla crescere e proteggerla, basandosi sul concetto che la cultura è come un’azienda: produce ricchezza, inclusione e qualità della vita», spiega Ravera. Il progetto europeo, che ha coinvolto 45 imprese fra Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Malta, nel Lazio ha mirato alla valorizzazione dei quattro siti Unesco: Tarquinia, Cerveteri, Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli. Cinque le aziende nate da questo progetto nel Lazio, nei settori audiovisivo, editoria, falegnameria, comunicazione e allestimenti museali. Il progetto Ice si è già concluso, ma la stessa idea della regione di fare da ‘‘incubatore’’ di imprese culturali  è stata portata avanti dal suo diretto successore, 3C4Incubators, che ha coinvolto un’altra trentina di imprese. Secondo l’assessore regionale alla cultura, Ice «è un progetto con le gambe lunghe». Lo stesso recente bando ‘‘Lazio creativo’’, che conta su un finanziamento di 1,5 milioni di euro, «si basa anche sull’esperienza di Ice», afferma Ravera. Mirato su giovani e over 50, favorisce la nascita e lo sviluppo di aziende nei settori arti e beni culturali, architettura e design, spettacolo dal vivo e musica, audiovisivo e editoria.

ULTIME NEWS