Pubblicato il

Cadono le barriere tra porto e città

Cadono le barriere tra porto e città

Completati i lavori di restyling dell'area attorno al Forte Michelangelo e abbattuto il cancello che divide il porto storico dalla Marina

CIVITAVECCHIA – Il cancello che si apre, senza più barriere tra porto e città, in un unicum rappresentato da un waterfront di tutto rispetto. La “caduta del muro” che divide il porto storico dalla Marina non è solo un abbattimento fisico ma, come ricordato dal presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti e dal sindaco Antonio Cozzolino, un simbolo di quello che è il lavoro avviato e da portare avanti necessariamente, nel segno di una sinergia e collaborazione che hanno come unico obiettivo lo sviluppo. Così si è aperta la “Duegiorni del Mediterraneo”, evento organizzato dall’Authority e giunto al suo terzo anno. E la cornice non poteva non essere la riqualificata area attorno al Forte Michelangelo, con la Fortezza Cinquecentesca oggi valorizzata ancora di più da giochi d’acqua, cascate, percorsi pedonali e vialetti in granito, pratini all’inglese e 600 punti luce. Una zona suggestiva, regalata ai civitavecchiesi e dedicata anche ai crocieristi che transitano nello scalo. «Questo è il completamento del primo lotto di riqualificazione del porto storico, avviato con l’abbattimento dei sili del grano – ha spiegato il presidente Pasqualino Monti – proseguiremo da gennaio con il II lotto collegandoci al nuovo terminal container e ancora con il III lotto, verso il Molo San Teofanio e l’area del Lazzaretto. Valorizziamo la nostre ricchezze; questo il nostro obiettivo. E facendo cadere il ‘‘muro’’ tra porto e città ci apriamo a rinnovate sinergie e collaborazioni». «Oggi è stata una giornata particolare per la città – ha aggiunto il sindaco Antonio Cozzolino – perchè ha visto l’abbattimento di una barriera fisica, preludio all’abbattimento di barriere socioeconomiche che faranno del connubio porto-città volano di un nuovo sviluppo economico e culturale. Il nostro lavoro in collaborazione con l’Autorità portuale mira a valorizzare in special modo il flusso turistico, il beneficio che ne scaturirà sarà soprattutto in termini di ricadute occupazionali sulla città ed è ciò che è mancato in questi anni».
La ‘‘Duegiorni del Mediterraneo’’ ha visto, nel pomeriggio, la tavola rotonda/workshop ‘‘Come sfruttare la risorsa mare. Lo sviluppo a terra delle crociere e della nautica’’ alla presenza dei rappresentanti delle associazioni di categoria. E prosegue anche domani, a partire dalle 10, con il convegno ‘‘Porti: chiave per rilanciare il turismo’’. Saranno presenti il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e Dimitrios Theologitis direttore dei porti in commissione europea, oltre tra gli altri al comandanate generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Felicio Angrisano. Chiuderà i lavori il presidente dell’Authority Monti.

ULTIME NEWS