Pubblicato il

"Le farmacie non saranno vendute"

"Le farmacie non saranno vendute"

Lo ha confermato l'amministrazione pentastellata che ha smentito anche il taglio di 10 unità ad Hcs

CIVITAVECCHIA – “Le farmacie comunali on saranno vendute: l’ipotesi non è contemplata da questa amministrazione come descritto anche nel nostro programma elettorale”. Lo hanno confermato da Palazzo del Pincio. “Sicuramente c’è e ci sarà bisogno di una riorganizzazione totale del comparto in vista di un migliore funzionamento delle stesse ed anche di ritorno economico per le casse comunali – hanno però sottolineato – ma l’ipotesi vendita non è fra le ipotesi al vaglio di questa amministrazione”. Smentita anche la questione di un licenziamento in vista per 10 dipendenti Hcs. “Questi lavoratori infatti erano e sono sempre rimasti lavoratori della partecipata e per un periodo limitato di tempo – hanno spiegato – hanno affiancato i dipendenti comunali per formarli nell’attività di riscossione e soprattutto per fare un confronto fra i due database, risultati non coincidere fra loro. Terminato questo servizio torneranno ad operare in Hcs. La riscossione della Tari, prima Tare, è stata portata in carico al Comune da decisioni nazionali e non locali. Il commissario prefettizio semplicemente non spostò nuovamente la riscossione di tale imposta nuovamente ad Hcs ma decise di tenerla in carico al Comune. Il settore delle partecipate – hanno soottolineato dall’amministrazione comunale – dovrà essere comunque completamente rivisto poichè dovrebbe essere chiaro a tutti che così come è stato impostato in passato non può andare avanti ed ha prodotto debiti nell’ordine di decine di milioni di euro. Una volta decise nel dettaglio le operazione da svolgere, saranno rese note alla cittadinanza”.
 

ULTIME NEWS