Pubblicato il

Congresso Pd, l'area Civati chiede le primarie aperte

CIVITAVECCHIA – È aperta la fase del tesseramento del Pd di Civitavecchia. «Rispettando le regole del nostro statuto – si legge in una nota del commissario – ho voluto che mi si affiancasse un organismo, l’ufficio adesioni, composto dai rappresentanti delle aree e dalle sensibilità politiche che compongono il nostro grande e pluralista partito a livello nazionale, le quali sono presenti anche nel Pd di Civitavecchia.
Ribadisco quindi, come già più volte affermato da me e dal segretario provinciale nelle ultime ore, che le associazioni, anche se dichiarate vicine al Pd, non possono trovare spazio in tali organismi formali del partito». Si parte, ma sicuramente non con toni distesi, seppure gli ordini di scuderia che hanno già raggiunto diversi militanti, sono quelli di ostentare una serenità che non c’è.  Sulla questione del congresso, il rappresentante civitavecchiese della mozione Civati, Edmondo Cosentino, ha già scritto al commissario del circolo, chiedendo le primarie aperte: Cosentino nella sua lettera evidenzia recente sconfitta elettorale: «Un partito che si dice democratico non dovrebbe abbandonare la strada della condivisione e della partecipazione, mai». Sui social network si scatena la polemica e non mancano certo i commenti che ora parlano ironicamente delle famiglie della TBC (Tidei, Barbaranelli e Carluccio) e che dissentono dalla linea che ormai da mesi vorrebbe in piedi un accordo su Enrico Leopardo segretario.
Insomma, con simili premesse sarà dura arrivare al congresso.

ULTIME NEWS