Pubblicato il

A “Pagine a colori” gli artisti Laura Kibel e Guido Accascina

Tarquinia. Il 25 ottobre ''spettacolo Va dove di porta il piede''; il 26 ottobre il laboratorio “Automata: giochi meccanici in movimento”

Tarquinia. Il 25 ottobre ''spettacolo Va dove di porta il piede''; il 26 ottobre il laboratorio “Automata: giochi meccanici in movimento”

TARQUINIA – “Pagine a colori” aprirà la 9ª edizione con due imperdibili appuntamenti per i bambini. Il 25 ottobre, giorno dell’inaugurazione, il festival ospiterà Laura Kibel, che ha reinventato il cosiddetto Teatro Dei Piedi, un teatro a metà strada tra il mimo e gli spettacoli di burattini. Kibel, all’ex Sala Capitolare degli Agostiniani di San Marco (Barriera San Giusto), alle ore 11.30 e alle ore 17, proporrà spettacoli in cui l’assoluto protagonista sarà il corpo dell’artista stessa che si trasforma in tantissimi personaggi. «Racconterà vicende fantastiche attraverso la gestualità dei piedi e delle gambe che diventano veri e propri burattini. – spiega il direttore artistico di “Pagine a colori” Roberta Angeletti – Il fulcro dello spettacolo non saranno solo le evoluzioni della Kibel, anche le musiche da lei curate, che spazieranno tra i generi più diversi: dalla musica classica a quella moderna, dalla musica colta a quella popolare». Il 26 ottobre, alla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” (palazzo Bruschi), alle ore 16, sarà protagonista Guido Acciasina con il laboratorio creativo “Automata: giochi meccanici in movimento”. «Gli automata sono piccole sculture meccaniche, realizzate in carta, legno o metallo, che sono messe in movimento attraverso una manovella. – conclude Angeletti – Durante il laboratorio, ogni partecipante realizzerà un proprio automata, usando materiali semplici, come una scatola da scarpe, stecchini, cannucce e tappi».

 

ULTIME NEWS