Pubblicato il

Debiti con il fisco: anche un terreno di Montalto tra i beni sequestrati all’avvocato Lombardo Stronati

Debiti con il fisco: anche un terreno di Montalto tra i beni sequestrati all’avvocato Lombardo Stronati

MONTALTO – C’è anche un terreno di Montalto di Castro tra beni sequestrati, in via preventiva, dai militari del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza di Roma, al noto avvocato romano Giovanni Lombardo Stronati, in passato anche presidente del Siena Calcio. I finanzieri nei giorni scorsi hanno infatti dato esecuzione ad un decreto della magistratura capitolina, ponendo i sigilli ai beni per oltre 100 milioni di euro. Sette appartamenti solo a Roma, di cui tre ai Parioli, e 268 case in totale. Terreni a Capalbio, Pomezia, Montalto di Castro e nel milanese. Quattordici auto tra cui una Bentley. Trentatrè società, alcune con sede in Romania, Usa e Portogallo, e partecipazioni in altre nove, 262 rapporti finanziari personali e societari in Italia. E ancora immobili nel complesso Yacht Club Costa Smeralda, nel residence ‘’I Gigli’’ a Porto Cervo e nella struttura Alga Cervinia di Aosta. Il legale 51enne, secondo gli inquirenti, avrebbe accumulato un debito con il fisco per oltre 100 milioni di euro: secondo gli investigatori avrebbe trasferito beni di sua proprietà a varie società e fiduciarie. Come accertato dalle indagini affidate dal pm Paola Filippi al Nucleo valutario della Gdf guidato dal generale Giuseppe Bottillo, l’avvocato avrebbe cioè nascosto l’enorme patrimonio in un trust denominato ‘’Joguvi’’, al quale avrebbe simultaneamente ceduto i suoi beni nel 2010 dopo una serie di passaggi che coinvolgono anche l’ex moglie Maria Susanne Krebs. Un espediente finanziario non sfuggito a due segnalazioni per operazioni sospette in cui compariva la Cn Immobiliare, società riferibile all’avvocato. I finanzieri hanno anche avviato dei controlli antiriciclaggio nei confronti di alcuni notai romani che, secondo gli investigatori, hanno creato gli strumenti societari e fiduciari utilizzati da Lombardi Stronati. Da accertare se i professionisti abbiano osservato tutti gli obblighi antiriciclaggio. Lombardi Stronati, considerato un esperto di finanza e di cartolarizzazioni, è stato presidente del Siena calcio dal 2007 al 2010, quando ha venduto il club a un altro imprenditore romano, Massimo Mezzaroma. La società sportiva è poi fallita l’estate scorsa. Gran parte dei beni dell’avvocato Lombardi Stronati, era stato oggetto di un altro sequestro nel 2008 (tra quelli bloccati allora c’era anche l’Ambra Jovinelli, due elicotteri, due quadri di Picasso e uno di Morandi). Lo scorso anno, inoltre, era arrivata una condanna in primo grado a tre anni e sei mesi per bancarotta immobiliare. (a.r.)

ULTIME NEWS