Pubblicato il

Arresti e sequestri: gran lavoro della Polizia

Arresti e sequestri: gran lavoro della Polizia

Prosegue l'impegno degli agenti del commissariato per contrastare in città fenomeni di illegalità. Arrestati un 24enne nigeriano responsabile di un'aggressione. Denunciato un 71enne in possesso di un'arma e un 27enne alla guida senza documenti

CIVITAVECCHIA – Il bilanco del weekend vede l’arresto di un 24enne cittadino nigeriano responsabile dell’aggressione di un cassiere di un supermercato, la denuncia di un 71enne trovato in possesso di un’arma detenuta illegalmente, nonché un 27enne, sorpreso alla guida di un ciclomotore privo della patente.

Nell’ambito dei servizi di pattugliamento, alle ore 3 di venerdì 14 novembre,  gli agenti di viale della Vittoria sono  intervenuti mentre avvicinavano l’individuo indicato dai testimoni per sottoporlo ad un controllo, dal quale, effettivamente, emergeva che l’uomo deteneva nella tasca dei pantaloni una pistola a tamburo. Lo stesso, un 71enne incensurato di origini sarde e residente in Belgio, veniva prontamente immobilizzato dagli operanti che procedevano al sequestro dell’arma, risultata essere una pistola S & W rifornita con 5 cartucce, mai denunciata dal detentore che, accompagnato in Commissariato, veniva deferito in stato di libertà per possesso illegale di arma da sparo e relativo munizionamento.Nel pomeriggio dello stesso giorno, un altro equipaggio di volante, impegnato in un posto di controllo presso quartiere S. Gordiano, procedeva al controllo di un giovane alla guida di un ciclomotore senza la prescritta targa di nuova omologazione. 

 Nel tardo pomeriggio di sabato 15 novembre, a seguito di richiesta di intervento pervenuta al “113”, la volante di zona si portava presso un supermercato della zona periferica a nord di Civitavecchia dove, un cittadino extracomunitario aveva aggredito e percosso il cassiere dell’esercizio. Sul posto, gli agenti contattavano il richiedente che mostrava loro un individuo il quale, invitato a depositare lo zaino che aveva al seguito all’interno di un apposito armadietto, prima di effettuare gli acquisti, gli si era scagliato contro colpendolo con calci e spintoni.
Gli agenti intervenuti, dopo aver avvicinato l’uomo segnalato, il quale stazionava ancora nei pressi dell’uscita del supermercato, venivano dello stesso coperti di insulti e minacce e, contestualmente, aggrediti con una violenza inaudita, destando lo sconcerto nei numerosi avventori che si dileguavano in varie direzioni per evitare di rimanere coinvolti nella zuffa. Dopo una convulsa e cruenta colluttazione, il personale intervenuto riusciva a sopraffare il cittadino nigeriano che veniva condotto in Commissariato dove, perseverando nel proprio atteggiamento, danneggiava seriamente la porta di ingresso e sputava contro gli agenti che colpiva con calcioni, tanto che, due di questi, al termine dell’attività necessitavano delle cure ad opera dei sanitari del pronto soccorso.

 

ULTIME NEWS