Pubblicato il

Overdose: gravissima una ragazza

Overdose: gravissima una ragazza

La diciottenne la scorsa notte è finita all’ospedale San Paolo. Nessuna traccia di cocaina, eroina e cannabis nell’organismo: probabile l’assunzione di sostanze psicotrope non volutamente ingerite. Sul caso indagano i Carabinieri

CIVITAVECCHIA – Quando sono arrivati i mezzi di soccorso, aveva già perso conoscenza, circondata dagli amici e dalle amiche che l’hanno supportata durante tutta la notte. Ore lunghissime per una ragazza di diciotto anni, che durante una normale serata di svago, ha imporvvisamente accusato un malore.
Quattro chiacchiere e un drink in un locale del centro, battute e risate, poi un improvviso mancamento e la giovanissima ha perso i sensi. Inutile ogni tentativo di farla rinvenire: la diciottenne sembrava morta.
Qualcuno ha chiamato il 118, poi l’arrivo dell’ambulanza e la corsa verso l’ospedale San Paolo, dove i medici a un certo punto hanno temuto il peggio. Terribile la diagnosi: assunzione di sostanze stupefacenti in quantità eccessiva in relazione alle possibilità di tolleranza dell’organismo umano. Overdose, in altre parole, con la ragazza in pericolo di vita.
I medici hanno fatto il possibile per salvarla e alla fine ci sono riusciti, anche se le condizioni della diciottenne rimangono gravi. Dal test eseguito presso il nosocomio cittadino, non sarebbe risultata nessuna assunzione di sostanze tipo cocaina, eronia  o cannabis. Trovate invece tracce di altre sostanze psicotrope, che non è detto siano state volutamente ingerite dalla ragazza. Sul caso indagano i Carabinieri, che ovviamente stanno vagliando tutte le ipotesi.

ULTIME NEWS