Pubblicato il

PlayEnergy: Enel premia gli studenti vincitori

PlayEnergy: Enel premia gli studenti vincitori

CIVITAVECCHIA – Due giornate di festa alla centrale Enel di Civitavecchia. È iniziata questa mattina e prosegue anche domani la premiazione regionale del concorso “PlayEnergy”, il progetto educativo promosso da Enel e dedicato a docenti e studenti delle scuole italiane ed estere, per conoscere il mondo dell’energia attraverso i linguaggi e le tematiche della scienza. Gli studenti della Regione Lazio hanno aderito con grande entusiasmo e partecipazione all’iniziativa di Enel: sono state infatti oltre 450 le scuole che si sono cimentate nella sfida mettendo in gioco tutta la creatività di 20.000 studenti e presentando oltre 420 progetti. A consegnare i premi, il responsabile della centrale Nicola Bracaloni. Questa mattina è stata la volta delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
Per la Categoria Scuola Secondaria di 1°grado il premio è andato alla 3B dell’Istituto San Giovanni Battista di Roma (RM), guidata dal docente Marco Mancinelli, per il progetto “Da Milano all’Italia. L’Expo di allarga”. Ispirandosi ai principi informatori di Expo 2015 legati ad una sana nutrizione per il Pianeta, gli studenti hanno pensato di progettare un padiglione ecosostenibile in grado di ospitare un ristorante a km 0 con orto e cucina. La sala ristorante è dotata di un impianto di domotica per la prenotazione dei pasti, e i prodotti ortofrutticoli da degustare sono coltivati nell’orto, attrezzato anche per la raccolta di acqua piovana. La cucina è interamente alimentata da energia elettrica prodotta da pannelli fotovoltaici e solari.
Sul podio per la Categoria Scuola Secondaria di 2°grado gli studenti della 2B del Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Civitavecchia, guidati dalla docente Daniela Ricci, che hanno presentato il progetto “Un agriturismo ecosostenibile”: avvalendosi della collaborazione dell’Università Agraria di Tarquinia, i ragazzi progettato un agriturismo ecosostenibile immerso nel verde della maremma laziale. La proposta prevede: rispetto della biodiversità dell’ habitat ecologico, produzione di energia elettrica grazie ad una centrale a biomasse che riutilizzi gli scarti delle coltivazioni, installazione sulla struttura di impianti di energia solare ed eolica, uso di fitodepurazione per eliminare gli scarichi reflui, e riutilizzo delle acque per l’irrigazione.
Oltre alle scuole vincitrici, erano presenti anche i ragazzi delle classi che hanno ottenuto la menzione speciale della giuria che permette, al pari dei vincitori, di accedere alle selezioni per il titolo nazionale.
La 3A° dell’Istituto Tecnico “Teodosio Rossi” di Priverno (LT) con un “Giocattolo ad energia solare” alimentato da energia tramite pannello fotovoltaico per risparmiare energia e ridurre il consumo delle pile che contengono materiali tossici.
La classe 3° EE dell’Istituto Tecnico Industriale “Ettore Majorana” di Cassino (FR), guidata dai docenti Lucio Moretti e Sabina Perito, ha proposto il “Parco Gigino”, un parco abitato solidale formato da una serie di unità abitative. Il suo obiettivo è produrre e condividere energia elettrica evitando sprechi.  Il sistema possiede sia una rete locale che un impianto fotovoltaico. Le abitazioni sono interconnesse e si alimentano in base al proprio fabbisogno. Menzionate anche le classi 2 Elettronica e 2 Elettrotecnica Scuola dello stesso istituto, guidate dai docenti Lucio Moretti, Sabina Perito e Vincenzo Realacci, che  hanno presentato un’applicazione chiamata “Fridgenergy” ideata per ridurre lo spreco alimentare di un frigorifero attraverso l’installazione di un sistema automatico di controllo della disponibilità delle scorte di cibo e chiusura della porta. Funziona come un apparecchio telefonico collegato con smartphone ed è programmato per una serie di funzioni.
La 4 A MA dell’Ipsia “Leonardo Da Vinci” di Acquapendente (VT), guidata dal docente Giuseppe Bonanni, ha presentato “Edifici sostenibili”, uno studio con piano di fattibilità per proporre di utilizzare materiali da costruzione di tipo piezoelettrico per il rivestimento esterno di edifici. Il principio di funzionamento di questi materiali è basato sulla produzione di energia elettrica dovuta alla variazione di pressione esercitata dal vento. Il sistema è integrato da generatori fotovoltaici posti sul tetto dell’edificio.
La 5°A dell’Istituto Tecnico Industriale “Don Giuseppe Morosini” di Ferentino  (FR), guidata dal docente Mario Sera, ha proposto “Driver per lampade a led”, un prototipo di driver per realizzare lampade a led con una maggiore efficienza luminosa, minore consumo energetico, qualità della luce ai massimi livelli. Il progetto è stato realizzato grazie all’uso dell’integrato LM 117 e al sistema Arduino.
Domani si prosegue con la premiazione delle scuole primarie:
Per la Categoria Scuola Primaria verrà premiata la scuola “Carlo Evangelisti” di Roma. Le classi 2B, 2C e 4C, guidate dalla docente Silvia Nobili, si sono aggiudicate il premio con il progetto “Tappi rinati”: sensibili al rispetto dell’ambiente e all’economia delle risorse, i più piccoli con l’aiuto dei compagni più grandi hanno pensato di raccogliere e riciclare tappi per produrre oggetti ludici, decorativi e piccoli regali. Inoltre, hanno finalizzato il loro impegno civico ad una causa umanitaria. I tappi sono stati regalati ad una casa-famiglia per essere rivenduti ad un’industria e con il ricavato riacquistare prodotti utili ai loro ospiti.
Saranno presenti anche gli alunni delle classi 4A, 4B e 4C della Scuola Primaria “Renzo Pezzani” di Roma che, guidate dalla docente Maria Teresa Pellegrini, hanno presentato i “Pensieri sull’Energia”: dopo aver immaginato una giornata senza energia elettrica con conseguenze disagevoli per la collettività, gli studenti sono diventati sensibili a non sprecare i beni e a promuovere una cultura del risparmio. In un racconto fantastico con discorsi tra elettrodomestici e proprietari, hanno messo in evidenza lo spreco quotidiano di energia e la necessità di adottare comportamenti ecosostenibili per una cittadinanza più sicura.


 

ULTIME NEWS