Pubblicato il

Tia straordinaria 2012, il Codacons tira dritto

CIVITAVECCHIA – La battaglia per evitare il pagamento della Tia straordinaria 2011 non è ancora finita. Se l’Ascom da una parte ha già avviato tutte le procedure per il ricorso in Commissione Tributaria, dall’altra parte il presidente locale del Codacons, Sabrina De Paolis si è già avviata a tutela dei cittadini. «Il ricorso presentato dall’associazione al Tar, al fianco dell’Ascom era solo ad adiuvandum – ha spiegato De Paolis – in quanto avevamo già presentato ricorso al Capo dello Stato». Ricorso che ora il Codacons intende “trasformare” e presentare innanzi al tribunale amministrativo. Si ricomincia da capo, dunque. Il ricorso varrà però solo per chi a suo tempo ha aderito all’azione dell’associazione dei consumatori. Per tutti gli altri invece, il Codacons metterà a diposizione i moduli (previa iscrizione all’associazione tramite il pagamento di una piccola quota associativa) per la presentazione del ricorso in Commissione Tributaria. «Ovviamente – ha spiegato De Paolis – seguiremo passo dopo passo insieme agli utenti la pratica e metteremo a disposizione i nostri legali». La questione Tia straordinaria 2011 è, però, solo uno dei vari problemi sollevati dal presidente locale del Codacons, Sabrina De Paolis. «Diversi cittadini – ha spiegato – stanno denunciando l’apparizione nelle bollette del gas di una nuova voce: “Tassa comunale”». Per De Paolis a causare l’ingresso di questa nuova voce nelle bollette l’ingresso della tassa per l’uso del sottosuolo inserita dall’amministrazione e rivolta alle grandi utenze. «Lo stesso decreto legislativo che permette alle amministrazioni di inserire questa tassa – ha infatti spiegato – dà la possibilità alle grandi utenze di rifarsi nei confronti degli utenti inserendo questa voce. Qualora il problema sia stato causato dalla precedente amministrazione, come Codacons chiediamo all’attuale amministrazione di annullare questo provvedimento a tutela dei cittadini».

ULTIME NEWS