Pubblicato il

"Il Natale sarà acceso da tante iniziative"

"Il Natale sarà acceso da tante iniziative"

Lo conferma l'assessore D'Antò dopo le polemiche della Confcommercio

CIVITAVECCHIA – “Sarà un Natale ricco di iniziative, forse anche più bello degli anni passati. E se poi il problema sono le luminarie, allora stiamo su argomenti diversi”. Questo il commento dell’assessore Enzo D’Antò alle polemiche della Confcommercio che si è vista bocciare un progetto per luminarie ed iniziative di Natale finanziato da Enel. “Abbiamo aperto da tempo un tavolo con Pro Loco e Confcommercio per programmare il Natale – ha spiegato D’Antò – mettendo in piedi iniziative che comunque vanno avanti. Il progetto finanziato dall’Enel ci è stato proposto legato ad un avallo da parte del Comune che, per coerenza con le nostre idee, non abbiamo dato. Dispiace leggere queste polemiche, quando anche i commercianti ci stanno dando un grande mano per andare avanti e garantire un programma di qualità. Fermo restando che Enel è un’azienda privata e come privato può decidere di farsi pubblicità come meglio crede; il Comune non vuole e non può mettersi in mezzo ad accordo fra parti private e quindi se Confcommercio voleva davvero organizzare le luminarie poteva farlo senza citarci nella richiesta espressamente Enel. Con quali sponsor Confcommercio avrebbe sovvenzionato l’opera, sarebbe stato un “problema” di Confcommercio e non del Comune. Nonostante le loro dichiarazioni, restiamo comunque fiduciosi nella buona volontà di tutti quelli che si sono seduti intorno ad un tavolo con noi per aiutare la città. Diversi commercianti – ha aggiunto D’Antò – si sono fatti avanti per aiutare l’amministrazione ed è su loro che conteremo affinché questo Natale sia diverso e sicuramente più sentito. Insieme siamo riusciti a trovare soluzioni che ci daranno la possibilità di essere fieri di quello che abbiamo fatto. Il triste Natale preannunciato da Confcommercio vedrà nelle strade della nostra città un Villaggio di Babbo Natale alla Cittadella della musica, dove ci sarà un percorso che terminerà nella sala conferenze della biblioteca,  il tutto arricchito da spettacoli per bambini. A piazza Calamatta ci sarà l’animazione per bambini. All’ex chiesetta di San Giovanni di Dio ci sarà una mostra sui giocattoli antichi. Alla Rocca ci sarà la mostra dei presepi. Al viale ci sarà un mercatino di Natale e tante altre iniziative che investiranno diverse aree della città. Capisco che riuscire a fare queste cose senza chiedere soldi a nessuno può risultare difficile, ma bisogna anche capire che se la città non viene stimolata a trovare nuove soluzioni, cosa che secondo noi dovrebbe rientrare nei compiti istituzionali di associazioni di livello nazionale come Confcommercio, non riusciremo mai ad uscire da questo letargo indotto proprio da politiche di servitù attuate fino a ieri. Ringraziamo tutti quelli che hanno espresso il proprio supporto per le nostre scelte, ma soprattutto quelle persone e quei commercianti che ci stanno dando fiducia ed aiuto per trovare soluzioni. Sembrerà banale, sentito e risentito, ma il detto “L’unione fa la forza” dimostrerà a chi ha poca fiducia nelle proprie capacità che cambiare è possibile. Il nostro non vuole essere un attacco a Confcommercio che secondo noi è una realtà importante del territorio, ma solo un invito ad investire le proprie capacità ed energie unitamente all’amministrazione, al fine di trovare nuove soluzioni senza affidare il nostro destino alla bontà degli altri. Il nostro percorso è solo all’inizio e sicuramente non cambieremo rotta per le pressioni di chi parla di cambiamento e che alla prova del nove si ripresenta con le stesse soluzioni. Per ovviare alla questione luminarie nel futuro comunque l’amministrazione ha già diverse idee che sono al vaglio e che solo per mancanza di tempo non verranno proposte quest’anno. La nostra intenzione è esaltare l’estro artistico dei tanti civitavecchiesi di valore che questa città ha la fortuna di avere”.

ULTIME NEWS