Pubblicato il

Anche Civitavecchia dice no alla pena di morte

di FLAVIA BAZZANO

CIVITAVECCHIA – Anche Civitavecchia tra le 1910 città che quest’anno partecipano alla Giornata Mondiale delle “Città per la vita, città contro la pena di morte”.  Domenica alle 18.30 alla presenza del Sindaco il monumento ai Caduti di Piazzale degli Eroi verrà illuminato a simboleggiare una candela accesa in memoria delle vittime della pena capitale mentre nello stesso giorno, in 97 paesi nel mondo, si terranno marce, fiaccolate,  sit-in, spettacoli e assemblee. Ci saranno gli interventi del vice sindaco Daniela Lucernoni, della Comunità di sant’Egidio e degli studenti di alcune scuole secondarie di Civitavecchia. La popolazione ed il mondo delle associazioni sono invitati a partecipare.

L’iniziativa, lanciata nel 2002 dalla comunità Sant’Egidio rappresenta la più grande manifestazione a livello planetario ideata col duplice intento di dare sostegno ai condannati dei ‘bracci della morte’ e battersi a livello istituzionale contro una pratica definita nel sito della comunità: “una forma di tortura, contraddice una visione riabilitativa della giustizia, abbassa l’intera società civile al livello di chi uccide, legittima la violenza al livello più alto e, spesso si fa strumento per colpire minoranze politiche, etniche o religiose”. La data, il 30 Novembre, celebra la prima abolizione della pena di morte da parte di uno stato europeo avvenuta nel 1786 nel il Granducato di Toscana. “Siamo davvero contenti che il Sindaco abbia voluto aderire al progetto – commenta Matteo Ceccacci responsabile di ‘Giovani per la Pace’ – spero che questa iniziativa si possa ripetere nel futuro”. Per consultare la mappa delle città coinvolte, consultare il sito www.santegidio.org

ULTIME NEWS