Pubblicato il

Quindicenne in fuga, indagini dei carabinieri

Un ritrovamento "lampo": poco più di quattro ore sono bastate ai militari dell'Arma per rintracciare la ragazzina romena scomparsa di casa

Un ritrovamento "lampo": poco più di quattro ore sono bastate ai militari dell'Arma per rintracciare la ragazzina romena scomparsa di casa

CIVITAVECCHIA – Sono bastate poco più di quattro ore, il tempo impiegato dall’auto per percorrere la strada tra Civitavecchia e Lugo, in provincia di Ravenna, dove i carabinieri hanno ritrovato una quindicenne romena, residente a Civitavecchia. È stata la madre della ragazzina a dare l’allarme nel pomeriggio di due giorni fa agli uomini della stazione di via Antonio da Sangallo. I carabinieri, in poco tempo, attraverso verifiche soprattutto sui social network hanno scoperto che la ragazzina aveva appuntamento al parcheggio del supermercato Lidl in zona industriale con un coetaneo conosciuto proprio su Facebook. E così, attraverso le telecamere del supermercato, i controlli sul social network, le verifiche in banca dati, sono riusciti a risalire al ragazzino, nonostante usasse uno pseudonimo. E così da Civitavecchia i militari dell’Arma hanno contattato i colleghi di Lugo che hanno rintracciato l’auto, una Bmw, con la quale il ragazzino, insieme a suo fratello anche lui minorenne e ad un parente, era arrivato a Civitavecchia. Nel parcheggio del Lidl i tre hanno fatto salire la ragazzina a bordo e sono rientrati in Romagna. Ad attenderli i carabinieri che, attraverso ulteriori verifiche, hanno scoperto che a Lugo, in casa dei genitori del ragazzino, era tutto pronto per ospitare anche la 15enne. L’adolescente è stata così riaffidata alla sua famiglia di origine, mentre i tre sono stati denunciati in concorso per sottrazione consensuale di minore. Ma le indagini vanno avanti per chiarire la situazione.

ULTIME NEWS