Pubblicato il

Mercato: gli operatori aspettano

Mercato: gli operatori aspettano

Ancora non è stata fissata la data del consiglio comunale aperto chiesto a novembre. Le superfetazioni attendono di conoscere il proprio destino. E per il pesce manca ancora la certificazione antisismica

CIVITAVECCHIA – Si attende al mercato. Tutti aspettano qualcosa o meglio qualcuno che indichi cosa avverrà nelle prossime settimane o nei prossimi mesi. Finora si è registrato ancora silenzio. E gli operatori non ci stanno. Soprattutto perché le cose non vanno benissimo al mercato. E così tornano a ribadire la necessità del cosniglio comunale aperto, richiesto a novembre, la cui data non è stata ancora fissata. “Non è che qualcuno si è dimenticato di noi? – si sono chiesti – i problemi non sono stati affatto risolti, di carenze ce ne sono molte e di cose da discutere e risolvere altrettante. Siamo stanchi di questo silenzio assordante. Vogliamo risposte, vogliamo che il mercato torni unito: oggi non è così”. Come nel caso delle superfetazione, abbandonate sulla trincea ferroviaria, lato corso Centocelle. Sono ancora lì, nonostante il ritorno al passato dell’ortofrutta, in attesa di un nuovo trasferimento provvisorio. Stavolta su piazza XXIV Maggio. Lunedì era in programma una riunione, rinviata a questo pomeriggio. Si dovranno decidere tempi, modalità e postazioni per le nuove collocazioni. In attesa ovviamente di definire la questione del ritorno attorno alla struttura ittica. Struttura per la quale si attende ancora la certificazione antisismica. Intanto ieri sono iniziate le operazioni di pulizia della tensostruttura a piazza Regina Margherita.

ULTIME NEWS