Pubblicato il

Tecnologia e didattica insieme per l'aula 2.0

CERVETERI- “La scuola è il fondamento della nostra società, dove si formano le future generazioni”.  Con queste parole il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci ha inaugurato stamattina, insieme alla giunta comunale, alla dirigenza scolastica e alle famiglie degli alunni della classe II A l’Aula 2.0 all’istituto 2Giovanni cena”, uno spazio tecnologico integrativo alle tradizionali attività didattiche. Un’aula completamente nuova, confortevole e soprattutto al passo con l’evoluzione tecnologica della nostra società. A disposizione di docenti e alunni 24 tablet, computer e lavagne luminose.

Prosegue l’attiva collaborazione tra il comune di Cerveteri e l’istituto scolastico Giovanni Cena per garantire agli alunni di Cerveteri scuole migliori e una didattica efficacie. Nell’Aula 2.0 studenti e docenti avranno a disposizione 24 computer-tablet, computer lap-top connessi ad internet e una lavagna interattiva multimediale, con cui sarà possibile sperimentare, costantemente seguiti da personale docente qualificato, un metodo veloce e moderno per fare lezione, ricerche e approfondimenti.

“Un nuova opportunità per la scuola e per i nostri ragazzi – ha dichiarato Giuseppe Zito, Vicesindaco e Assessore all’Edilizia Scolastica del Comune di Cerveteri – il progetto è stato realizzato grazie ai finanziamenti del Piano Nazionale Scuola Digitale, erogati dal MIUR, e al contributo economico del Comune di Cerveteri, che ha stanziato i fondi necessari all’acquisto degli arredi, il decoro dell’aula, oggi vivacemente colorata e confortevole, la pavimentazione dell’aula e la realizzazione degli impianti elettrico ed ethernet. Per il momento il progetto è rivolto agli studenti della 2^A, ma coltiviamo già insieme alla Dirigenza Scolastica dell’Istituto, la volontà di offrire presto la medesima opportunità a tutte le altre classi. Tra tutti coloro hanno collaborato a realizzare l’Aula 2.0, vorrei ringraziare veramente di cuore, in particolar modo, la Preside Francesca Borzillo e la maestra Domelita Di Maggio, responsabile del progetto, oltre che il personale degli Uffici comunali”.

ULTIME NEWS